Utente 213XXX
Gent.ssimi dottori,
mia madre, 55 anni, ha da circa un mese subito un intervento di impianto pacemake a causa di malattia nodo del seno con sindrome bradi-tachi. Attraverso gli esami effettuati durante la degenza le sono state riscontrate anche extrasistolia sopraventricolare con rem tachiaritmici e extrasistolia ventricolare polimorfa a coppia con battiti di scappamento, prolasso mitralico lieve. Terapia farmacologica (mi scuso se non ricordo i nomi esatti dei medicinali): Almarytm 20, compressa per ipercolesterolemia, compressa per ipertensione (non betabloccante), cardioaspirina. Ad oggi però continua ad accusare delle strane aritmie. Improvvisamente, tutti i giorni, inizia ad avere dei battiti forti e ravvicinati che le provocano come un senso di tachicardia e vertigini. Inoltre si sente spesso affaticata, accusa senso di spossatezza e ha sempre sonno.
Grazie anticipatamente per il tempo dedicatomi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Avverta di questi sintomi i Colleghi che hanno impiantato il PM, potrebbe essere una banale "sindrome da PM", E' opportuno un controllo e verosimilmente una revisione della programmazione dello stimolatore
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org