Utente 102XXX
Gentili Dottori buongiorno:
Ho 58 anni (quasi 59)e ho sempre "sofferto" di eiaculazione precoce,non ho mai consultato un dottore e per la prima volta chiedo un consiglio a VOI:facendo presente chè:io sono trapiantato di fegato da anni 3.5 e leggo che ci sono dei farmaci per combattere la EP la domanda è questa: crede che io posso assumere uno di questi farmaci essendo trapiantato e come sa siamo soggetti a terapia immunosoppressiva? e se è sì possono nuocere al "nuovo fegato"?.
Nell'attesa di una VOSTRA gentile risposta
Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutte le possibili terapie farmacologiche che possono contrastare un'eiaculazione precoce devono naturalmente e sempre essere valutate in diretta da esperto andrologo ed in modo particolare nel suo caso in funzione della sua situazione clinica particolare e specifica.

Si ricordi però che le terapie per risolvere il suo problema sessuale non sono solo farmaci e quindi ora senta il suo medico e poi a ruota il suo andrologo, se presente.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dr.Giovanni Beretta per la sua gentile e rapida risposta.....distinti Saluti