Utente 508XXX
Presso la Casa di Cura “Montevergine” di Mercogliano (AV) in data 28/11/2003 venivo sottoposto ad angioplastica periferica il cui referto era il seguente:

TECNICA: Judkins femorale sinistra

CONTROLLO DELL’IMMAGINE PRE-DILATAZIONE
Occlusa la femorale superficiale destra al terzo inferiore di coscia, rivista la poplitea nel tratto intraarticolare per circolo collaterale.
Si procede ad attraversamento della lesione con guida, PTA con pallone, impianto di stent e sovradistensione degli stent con pallone.

Introduttore Arrow 6.0-65
Guida Terumo stiff
Pallone Submarine 5.0-60

Insufflazione n° durata (sec) Pressione (atm)
Pall. 5.0-60 1 90 8
2 90 8
3 90 8
Il controllo agiografico evidenzia immagine di risultato incompleto; si decide per impianto di stent:
Dynalink 7.0-100
Dynalink 7.0-56
Si procede a rimodellamento degli stent con pallone


Insufflazione n° durata (sec) Pressione (atm)
Pall. 5.0-60 1 30 12
2 30 12
3 30 12
CONTROLLO POST-DILATAZIONE
Buon risultato di ricanalizzazione della femorale superficiale destra al terzo inferiore di coscia, buon flusso a valle, assenza di immagini aggiunte.
CONCLUSIONI
Successo agiografico di ricanalizzazione della femorale superficiale destra al terzo inferiore di coscia con impianto di multipli stent. Emostasi femorale con CLOSER.

La terapia che mi veniva indicata, e che è attualmente in atto, era la seguente:
TRENTAL 400 mg 1 x die
TICLOPIDINA 250 mg 2 x die
CARDIOASPIRIN 1 x die
TORVAST 40 mg 1 x die

Dopo questo intervento si sono verificate quattro restenosi intrastent (circa all'altezza del cavo del ginocchio) che sono state trattate con la tecnica del pallone in data: 09/07/2004; 04/01/2006; 07/11/2006; 19/06/2007.
Ricordo altresì che ho smesso di fumare da circa 1 anno e che la mia età è di 50 anni.
La terapia farmacologia la ritenete valida? Devo andare avanti sempre con il palloncino in caso di restenosi? Potrebbe essere utile un by pass?
Ringraziando anticipatamente, porgo distinti saluti
[#1] dopo  
Dr. Alessandro De Troia
24% attività
4% attualità
8% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Dal ccaso esposto non si riesce a comprendere se gli stent sono multipli o unu nico stent e la sede dello stent riguarda anche la poplitea infragenuale?
il controllo angiografico delle poplitee e tibiali?
Le ristenosi sono state diagnosticate mediante angiografia?
Clinicamente lei che tipo di sintomatologia ha?

Cordialmente
Alessandro dott. de Troia
[#2] dopo  
Utente 508XXX

Iscritto dal 2007
Gent. Dr De Troia, innanzitutto la ringrazio per l'attenzione che ha voluto prestare al mio caso.
Le rispondo alla sua richiesta di chiarimento:
1)Gli stent sono due, ma non so se riguarda anche la poplitea infragenuale
2) Il controllo delle poplitee e tibiali è buono: il problema è sempre nel cavo del ginocchio
3) Mediante ecocolor doppler
4) Stanchezza facile, diffocoltà nel correre e da un pò di tempo anche dolore (non molto forte) durante la notte.
Grazie e a presto
[#3] dopo  
Dr. Alessandro De Troia
24% attività
4% attualità
8% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
All'ecodoppler le tibali come viene descritto il flusso?
[#4] dopo  
Utente 508XXX

Iscritto dal 2007
Gent. Dr De Troia, le scrivo di seguito il referto che ha diagnosticato la 4° restenosi per la quale si è intervenuti il 19/06/2007:
Pervie le femorali comuni con flusso regolare. A DX esiti di quadruplice ricanalizzazione (per triplice restenosi critica intra-sten) dell'asse femorale superficiale-poplitea tramite PTA-stenting della poplitea; attuale diffusa iperplasia fibrointimale nel tratto medio dello stent in sede poplitea, determinante restenosi emodinamicamente significativa (>70%) del lume e flusso turbolento intra-sten al color-Doppler e al Doppler P.W.; flusso conservato a valle a carico della poplitea sottoarticolare e degli assi tibiali. Si consiglia eventuale nuovo controllo angiografico (con PTA intra-stent).
Questo è il referto. In tutto ciò lunedì 10 mi ricovero per un intervento di ernia inguinale che mi terrà lontano alcuni giorni da Internet. Mi scuso anticipatamente per il ritardo con cui dovessi risponderle e la saluto cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Alessandro De Troia
24% attività
4% attualità
8% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Ritengo che un ulteriore tentativo di PTA è utile farlo, per mantenere pervia la femorale superficiale.

cordialmente