Utente 215XXX
Buongiorno ho provato a cercare delle risposte tra i quesiti già posti ma senza successo.
Sono un ragazzo di 19 anni, soffro di eiaculazione precoce e nel mio liquido seminale noto la presenza di granuli gelatinosi di colore giallastro.
Lo scorso anno ho parlato di questo problema con il mio medico di base e mi ha prescritto come esami una spermiocoltura e il tampone uretrale.
Allego i risultati:
Spermiocoltura
Ricerca trichomonas vaginalis: Negativo
Esame colturale(campioni biologici diversi): Negativo per batteri e lieviti patogeni.

Tampone uretrale:
Ricerca trichomonas vaginalis,esame colturale neisseria gonorrhoeae, ricerca diretta chlamydia trachomatis e mycoplasmi urogenitali esame colturale: tutti negativi
esame microscopico: rari leucociti polimorfonucleati, rare cellule epiteliali

A fronte di questo risultato il medico di base mi ha detto di non preoccuparmi per i "granuli" e che era inutile fare una visita da uno specialista.

Il dubbio di un infiammazione della prostata mi è continuato a rimanere e quindi ho insistito e mi sono fatto prescrivere una visita urologica.

L'urologo mi ha confermato la stessa cosa del mio medico di base e, dato che alla stimolazione della prostata non ho sentito dolore, ha escluso la possibilità di infiammazioni.
Per il discorso dell'eiaculazione precoce non se l'è sentita di darmi farmaci in quanto ancora vergine.
Questo il referto: Da tempo imprecisato riferisce liquido seminale di colore e consistenza alterati(giallastro grumoso). riferisce eiaculazione precoce.Nega disuria, non dolori o bruciori durante l'eiaculazione, nega algia scrotale, non emospermia.Reca: -spermiocoltura: negativo -tamponi uretrali-negativi.
Eo: Testicoli ndr. er: prostata piccola, parenchimatosa, margini netti, non dolente. Non evidenzia di acuzie urologiche in atto.

Io nonostante ciò continuo ad essere ancora preoccupato(anche per la mia fertilità) e tra l'altro ho notato un altro particolare che non ho comunicato all'urologo semplicemente perchè non ci avevo mai dato peso, ovvero la totale assenza di erezioni mattutine(sono davvero rarissime).

Vi ringrazio in attesa di vostri consigli.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
lasci stare le erezioni mattutine che diopendono dalla qualità del sonno e non dalla capacità erettile. Personalmente non darei peso alcuno ai sui sintomi, che se analizzati col buon senso indicano la solita (e non chiedo scusa della aprola solita) incertezza degli adolescenti che stanno per iniziare la loro vita sessuale con l' altro sesso. Si trovi una fanciulla e se la divcerta, che l' eiculazione precopce masturbatoria ha rilevanza clinica pari allo zero o quasi. Nessun problema per i grumi: dipendono anche da alimentazione ed idrataione. Bravo l' urologo.
[#2] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Dott. Cavallini, inanzitutto ci tengo a ringraziarla per la pronta risposta.

Quindi lei mi consiglia di stare tranquillo e di non effettuare ulteriori analisi? effettivamente se ci fosse stata un'infiammazione alla prostata sarebbe stata riconoscibile al semplice "tatto"?
Comunque ho dimenticato di dirle che quando vado in bagno, a volte(non sempre), allo sforzo si presenta la secrezione di cui le parlavo prima(granuli giallastri) che di solito sono presenti nel liquido seminale..

cosa ne pensa?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Serve solo una "palpatina" il resto degli esami a ruota, idem per quanto riguarda i granuli che escono con defecazione.
[#4] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Quindi non ho capito mi scusi...io alla "palpatina" non ho sentito alcun dolore e da questo l'urologo ha escluso un'infiammazione.

E' necessario che insista nell'effettuare ulteriori analisi o non devo preoccuparmi e "fidarmi" del medico?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cavi quelle virgolette dal fidarsi e si fidi e basta. Va bene cos'ì: non dolore non infiammazione.