Utente 512XXX
BUON GIORNO, VORREI UN CONSULTO, CIRCA SEI ANNI FA HO AVUTO UNA PROSTATITE, CURATA EFFICACEMENTE CON CIPROXIN. NON HO AVUTO NESSUN SINTOMO SUCCESSIVO,( PREMETTO CHE E' DA SEI ANNI CHE FACCIO SPERMIOCOLTURE REGOLARI DI CONTROLLO CON RISULTATO NEGATIVO SIA DEI BATTERI CHE DEI LEUCOCITI). CIRCA 8 MESI FA IN SEGUITO AD UN RAPPORTO HO PIEGATO IL PENE, IN TALE OCCASIONE IL MIO UROLOGO MI HA FATTO FARE UN ECOGRAFIA. IO PER SCRUPOLO HO FATTO SIA UN ECOGRAFIA SOVRAPUBICA CHE TRANSRETTALE. DALL' ECOGRAFIA TRANRETTALE E' RISULTATA NELLA PARTE DESTRA DELLA PROSTATA UNA PICCOLA AREA CON ZONE ALTERNE IPER E IPO ECOGENE. ( NEL REFERTO TRA L' ALTRO SI DICEVA CHE NON SONO PRESENTI CALCIFICAZIONI). SPAVENTATO SONO ANDATO DA DUE UROLOGI DIVERSI,I QUALI MI HANNO FATTO ENTRAMBI IL MASSAGGIO PROSTATICO DA CUI RISULTAVA TUTTO NEGATIVO, ANCHE I LEUCOCITI, E LA SPERMIOCOLTURA RISULTAVA NEGATIVA. MI HANNO DETTO CHE NON HO PROSTATITE, IN QUANTO NON ACCUSO NESSUN SINTOMO, LA PROSTATA NON E' INFIAMMATA, ALTRIMENTI CI SAREBBERO DEI LEUCOCITI. MI HANNO DETTO CHE L' ECOGRAFIA NON E' UNO STRUMENTO SUFFICIENTE PER DIAGNOSTICARE UNA PROSTATITE infatti, l'osservazione di piccole cisti, di calcificazioni o di una generale disomogeneità della struttura viene spesso riscontrata anche in pazienti completamente asintomatici. NON CI CAPISCO PIU NULLA, LEGGENDO INTERNET TROVO SITI CHE DICONO CHE L'ECOGRAFIA E' UNO STRUMENTO DIAGNOSTICO, ALTRI NO. VORREI UN VOSTRO PARERE, IN QUANTO LA COSA MI SPAVENTA MOLTO.
ALTRA COSA CHE VOLEVO CHIEDERE CHE NON HO BEN CAPITO, LA ZONA IPER ECOGENA CHE HO IL RADIOLO MI HA DETTO CHE NON E' UNA CALCIFICAZIONE IN QUANTO AVREBBE UN ECO DIVERSO, ALLORA COSA PUO ESSERE?
SPERO IN UNA VOSTRA RISPOSTA, VI RINGRAZIO IN ANTICIPO

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Penso proprio che si debba fermare da un urologo di sua fiducia e lì fermarsi anche con con internet .Non facendo in tal modo,non farebbe che aumentare la confusione.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Anche io riscontro nei suoi racconti un enorme grado di confusione che va assolutamente evitata per evitare di incorrere in falsi allarmismi.
La invito dunque a contattare nella sua zona di residenza un collega urologo per farsi inquadrare.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.