Utente 195XXX
Buongiorno
in seguito a una sensazione di "oppressione" al petto ho eseguito a marzo una visita cardiologica con elettrocardiogramma ed ecocardiogramma. L'esito è stato positivo, non è stato riscontrato nulla, se non un lieve prolasso di una valvola, che però mi ha detto il cardiologo che non è nulla di significativo. Nello stesso periodo ho anche eseguito un holter pressorio delle 24h, la mia dottoressa di base presumeva una pressione sanguigna irregolare, in realtà tutto era nella norma. Ora è tornato, a distanza di mesi, il senso di oppressione, ma non di male. Mi chiedevo se data l'età (37), il fatto che non fumo, colesterolo e altri esami sono regolari, attività fisica modesta, ma costante, quali sono i rischi effettivi di un evetuale infarto (non ho familiarità)e se dovrei fare nuovamente una visita di controllo o se è dovuto magari ad ansia o ad una digestione difficoltosa. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ca ciò che lei scrive il suo rischio coronarico e' molto basso. Se non avesse controllato colesterolo totale, HDL e LDL lo faccia per completare il tutto.
Si rassereni
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 195XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio, anche per la rapidità!
Gli esami che ha indicato li ho fatti recentemente ed erano a posto, anche proteine S e C ed elettroforesi delle stesse.
Grazie ancora! Sarà lo stress degli ultimi giorni di lavoro!