Utente 284XXX
Buongiorno.
Ho mia madre con i livelli di colesterolo che oscillano da 250 a 287. ha iniziato a prendere le compresse per abbassare i valori ma le prende quando pensa sia meglio...come pranzi fuori o il fine settimana che si sgarra...io sapevo che il farmaco utilizzato per il colesterolo una volta preso bisogna sempre continuare a prenderlo.
Quali rischi porta utilizzare questi tipi di farmaco come fa mia madre?
Io prima che iniziasse a prendere il farmaco saltuariamente come fa ora gli ho detto diverse volte di cambiare abitudini alimentari...niente ciambellone, insaccati e formaggi(scamorza e mozzarelle) tutti i giorni e fare attività fisica andando a camminare 1 ora al giorno. E' sbagliato?
Grazie dell'attenzione dedicatami.
Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
prima di tutto bisogna rispettare un regime alimentare mirat,poi se non è sufficiente occrre aggiungere il farmaco;in secondo luogo le terapie se fatte devono essere assunte scrupolosamente secondo i criteri prescritti dal medico
[#2] dopo  
Dr. Massimo Scorretti
24% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Non so a quale farmaco lei si sta riferendo, immagino alla classe farmacologica delle Statine, tuttavia la terapia farmacologica per il controllo del colesterolo ematico, deve essere stabilita una volta che il controllo dei livelli colesterolemici non avviene con un adeguato regime alimentare. Una volta iniziata la terapia, occorre mantenerla seguendo lo schema prescritto e non affidarsi a criteri personali o ad interpretazioni estemporanee. Si rischia di assumere un farmaco che lungi dall'espletare i propri effetti benefici, finisce solo per esporre il paziente agli effetti collaterali, ancorche' minimi ed impercettibili.