Utente 221XXX
salve, stamattina mi sono recata nell' ambulatorio della mia zona per rimuovere una verruca al tallone sinistro che ho dal mese di aprile, e che quest'estate mi ha fatto veramente malissimo; nel mese di agosto, consigliata dal medico curante, ho applicato per 10 giorni i dischetti TransVerSal, ma poichè la verruca era solamente diventata più sporgente ma non era andata via, ho richiesto una visita dermatologica.
Il dermatologo stamattina mi ha spiegato che avrei dovuto fare la visita proprio quando la verruca si presentava sporgente (ma io non lo sapevo, ora era di nuovo "sottopelle" ed era diventata nera); in ogni caso, me l'ha asportata con un paio di forbicine (e se ripenso al dolore atroce sto male di nuovo!) e ha poi applicato l'azoto liquido nel "buco" venutosi a creare. Mi ha detto poi di tenere la garzina per un giorno, sostituendola poi con un comune cerotto in plastica per una settimana, e aspettare una ventina di giorni per vedere se avrò ancora fastidi, che significherebbero che parte di verruca è ancora lì.
Il problema è che da stamattina la ferita continua ad inzuppare la garza (non è sangue però); ne ho già sostituite 3, disinfettando la zona con dell'acqua ossigenata,e quando metto quest'ultima si crea una patina bianca; in più il dolore non cessa. E' possibile che la ferita si sia infettata? è normale che continui a perdere così tanto liquido (che non so cos'è?)

devo utilizzare un disinfettante in particolare?
grazie in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
E' possibile un'infezione leggendo ciò che scrive: pertanto e' necessaria la visita dermatologica finalizzata solo a questo aspetto.

Saluti cari.