Utente 224XXX
salve dottore è la prima volta che interrogo on-line qlc.
sono stato operato da ernia inguinale, il 28/9/2011 la quale era obliqua esterna a sx.oltre ad avere insensibilita sx sopra il pube a 10 cm dal taglio il che è normale.
dopo 10 giorni (taglio ok nessuna complicanza ,come febbre o infezioni) ho dolore lancinante se provo ad eiaculare nel passaggio dello sperma sx sento un forte dolore ,all'altezza del pube sx interno ,tanto da fermarmi nel atto e fare defluire il poco che riesce, non ho avuto risposte dal chirurgo solo di aspettare perchè i tessuti sono ancora infiammati, ma i miei cpmpagni di sventura in ospedale questo problema non lo roscontrano , io venivo da un varicocele sx fatto a 17 anni ed ero ,credo e penso un pò con vene varicose tutt'ora,lo sperma era sempre un po polinucleato (ps ho fatto 2 bambini) e di recente l'esame spermatico era ok) la mia paura è che si sia fatto un impedimento nel funicolo o nei vasi circostanti ,tale da crearmi questo dolore, mi rispondereste a presto per favore , o provato descrivere la cosa al medico condotto ma mi ha detto di aspettare , io non è che sia un malato di sesso è che sin da quando sono stato operato da giovane se non (sgombro di testicoli mi viene male ad essi e ora ho 2 mali in coincidenza del quale l'ultimo è veramente esagerato solo esclusivamente ripeto nell'atto di fuoriuscita poi si attenua ,per me scrivere ste cose è stato un pò vergonoso , ma non so a chi rivolgermi comprovare le mie titubanze , cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, il problema che riferisce, può essere derivato dall'intervento che lei ha subito in quanto il deferente che è il condotto attraverso il quale passa il liquido seminale passa nel canale inguinale, ritengo che ora a pochi giorni dall'atto chirurgico sia comunque prematuro parlare di complicanze. Il fatto che i suoi compagni di sventura non abbiano questo disturbo vuol dire poco perché uno stesso intervento su persone diverse non significa matematicamente un risultato uguale.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Grazie prima di tutto per la risposta , aspetterò ancora ,e continuo a prendere come antinfiammatori il DANZEN 2 past 3 volt al di , però la paura non si affievolisce , dopo mi faccio prendedere da paure come tipo che si rompa qlc all'interno o che scoppi , ma quanto tempo approssimativamente deve passare perche tali problemi non siano imputabili all'infiammazione post intervento ma a un problema dell'intervento stesso.
cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente non esiste un tempo preciso, ma orientativamente prima di cominciare con eventuali dubbi, si faccia monitorare dal chirurgo che l'ha operata almeno per i primi 3-6 mesi. Consideri però che già la diminuzione della sintomatologia, con una qualità della vita pressocchè normale, è da giudicare in maniera positiva, ricordando che nel suo inguine c'è una protesi probabilmente, che può impiegare anche un tempo maggiore per adattarsi al suo organismo.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
egregio dottore le cose non migliorano , il chiurgo mi dice che tornerò normale ,ma io ad oggi ho gli stessi problemi di prima , (dal punto di vista di eiaculare, )il medico condotto mi ha proposto di fare un esame spermatico per vedere se vi sono infezioni in atto , ,(esame che avevo fatto due settimane prima dell'intervento ,ed era tutto normale ero molto fertile, il che non mi interessa ad oggi con due figli .
sara un supplizio psicologico e fisico , perchè arrivo fino a li poi con il passaggio nel deferente il dolore è acceso ,come un cerino ,una fiamma ardente ,
e cosi si blocca tutto e fuoriesce in parte minore per il ritirarsi del pene , i testicoli dopo fanno un po male ,(una cosa che ho notato ,il colore è più bianco del solito ,cioè di quello che) ho sempre avuto
se sapevo cosi mi tenevo l'ernia , che si sentiva appena nei movimenti sessuali ,
ora è un supplizio anche se faccio il fai da te.
ma una domanda per fugare un mio dubbio , una persona dopo che è stata operata ad un 'ernia inguinale obliqua ,dopo quanto può eiaculare , senza fare salti da caprette ,gli viene chiesto di stare casto per un po di tempo o sono io che sono anormale mi scusi ma sto andando giù di morale