Utente 224XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni. Ho sempre avuto una vita tranquilla, sono andato diverse volte all'ospedale per problemi asmatici o operazioni ma ho sempre superato tutto con tranquillità. Vi spiego il mio problema. Una notte di giugno, giorno prima di un esame importante, mi sveglio di notte e comincio ad avvertire un forte senso di panico, come se stessi per morire, con vampate di calore e tachicardia. Da quel giorno non sono mai più riuscito ad uscire da questa situazione, vivo male tutti i giorni, ho fatto ECG, visite pneumologiche, comunque mi sono rivolto a dei medici tutti con esiti negativi. Adesso sono 3 giorni che avverto un piccolo fastidio(non proprio dolore quindi) al petto sinistro precisamente sonno l'ascella. Gli attacchi di panico sis ono ripetuti per due volte, adesso non so se questo dolore sia sintomo di un imminente infarto o sempre legato al mio stato psicologico. Aiutatemi ascolterò con piacere i vostri pareri!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il dolore che lei riferisce non ha alcuna caratteristica del dolore anginoso.
Si tranquillizzi.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Si dottore, analizzandolo meglio il mio è un forte senso di vuoto nel lato sinistro del petto (tanto da farmi stare male) e giramenti di testa...
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Appunto. Non è un dolore cardiaco.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org