Utente 226XXX
Gentili Dottori,
ho da poco effettuato una visita dermatologica a causa di un diradamento di capelli nella parte frontale del capo e mi è stata prospettata una terapia a base di minoxidil e antiandrogeni. Mi è stato anche detto che nei primi mesi di questa terapia noterò una caduta dei capelli più deboli che poi torneranno a crescere più forti a distanza di mesi. La mia domanda è: se per una ragione qualunque io decidessi di interrompere la terapia dopo la caduta di questi capelli più deboli, e prima della ricrescita, questi capelli svigoriti non ritorneranno più? Cioé un'interruzione della terapia significa non solo un ritorno alla situazione di partenza (avere dei capelli frontali deboli) ma anche un peggioramento rispetto a come sono ora (scomparsa dei capelli deboli che non tornano più dopo l'interruzione della cura)? Questo punto è particolarmente importante per me nel decidere se iniziare la cura oppure no, vi pregherei di essere il più chiari possibile. Ringrazio in anticipo per la vostra risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
la risposata è no. Non vi è un fenomeno di "rimbalzo". Se interrompe le cure per la calvizie androgenetica ritornerà al punto di partenza in alcuni mesi. Naturalmente, con il passare degli anni, la situazione potrà progredire indipendentemente dal fatto che sia sia sottoposto o meno a trattamenti specifici.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Dottore, per punto di partenza intende come sono ora? Quindi, in caso di interruzione della terapia, mi ricresceranno i capelli deboli caduti per effetto dei farmaci assunti?
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Esattamente: i farmaci che ha indicato non fanno cadere i capelli in modo definitivo!
Di nuovo cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la sua risposta!
Cordiali Saluti