Utente 106XXX
Salve, sono un ragazzo di 28 anni e vorrei esporre un mio problema sperando di avere maggiore chiarezza. Dunque, in data 10 ottobre scorso ho avuto un rapporto anale insertivo protetto, senonché dopo circa 3 min. ho avvertito la rottura del preservativo e, naturalmente, ho immediatamente interrotto la penetrazione. Ora, so bene che il mio rapporto è da considerarsi ad alto rischio per la trasmissione dell'HIV (nonché di altre MST), infatti ho intenzione di fare un test ELISA e altre analisi intorno al 20 novembre (a 40 gg dall'evento a rischio). Volevo però sapere, pour parler e per un minimo di rassicurazione, qual è la percentuale di rischio cui sono andato incontro. Tengo a precisare che il rapporto in questione è avvenuto con persona della quale ignoro lo stato di sieropositività o sieronegatività. Grazie per le risposte che vorrete darmi.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

se ha interrotto subito la penetrazione, appena accortosi del profilattico rotto, non dovrebbe avere problemi di contagio.

AIDS: come misurare il rischio
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=29
AIDS e dintorni: le malattie a trasmissione sessuale
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=38
La vera storia dell'AIDS
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=17

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
Avendo una giornata libera ieri, a 30 giorni circa dall'evento a rischio, ho fatto il test Hiv 1 e 2 in un laboratorio privato e il risultato è stato negativo. So di doverlo rifare comunque a 90 giorni, ma se non sbaglio posso stare un pochino più tranquillo, vero? Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
sicuramente, il rischio è stato alquanto contenuto