Utente 227XXX
Pochi giorni fa ho avuto rapporti sessuali con una ragazza molto a rischio,non ci siamo ne baciati ne abbiamo fatto sesso orale,la ragazza poi mi ha avvertito di avere problemi a lubrificarsi,e dopo 2/3 minuti di rapporto,il preservativo probabilmente a causa dell'attrito si è rotto....io non avevo quindi eiaculato e la sua vagina era ancora asciutta,o almeno a me sembrava cosi.

Quanto è alto il rischio di contagio in questo caso?è vero che per noi uomini è più difficile contrarlo durante un rapporto vaginale?se lei non si è bagnata in teoria non sono entrato in contatto con fluidi infetti.tornato a casa mi sono anche lavato e poi pulito con amuchina gel.

Inoltre da diversi hanni ho delle macchie bianche sulla schiena,per le quali mi curo con Pevaril Schiuma e DIFLUCAN(una pasticca al giorno),con lentezza spariscono,ma poi ogni estate ritornano, in punti diversi,ho visto che tali medicinali(il diflucan soprattutto) vengono prescritti anche a malati di aids.può essere un sintomo di contagio.anche se ormai questa cosa mi succede da 5 anni e godo di ottima salute...grazie per le risposte
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,
il rischio da lei corso è stato probabilmente basso
soprattutto se ha estratto il pene dopo avere avvertito la rottura del profilattico.

Non è vero che il rapporto vaginale sia a minor rischio di contagio.

Le sua chiazze ipocromiche sulla pelle sono assai probabilmente dovute a micosi; non vedo alcun collegamento con l'HIV.

Le raccomando di sottoporsi al test se in passato ha avuto altri rapporti a rischio.

http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=29

Buona serata
[#2] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
grazie dottore per la risposta,comunque non ho sentito il preservativo rompersi se ne è accorta lei dopo un 2 minuti circa quindi al massimo si poteva essere rotto al massimo da un minuto.

la ringrazio ancora
[#3] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
dottore mi tranquilizzi se può, ancora una volta se no le è di distrubo.

In un suo articolo descrive che nel periodo di incubazione della malattia,si accusano stanchezza,e stato simil febbrile.....io questi sintomi li sto accusando ora,mi sento molto stanco e un po'febbrile(anche se la mia temperatura è normale),però dicono che questi sintomi appaiono dopo 2 settimane dal probabile contagio,e non è ancora passata neanche una settimana.....allora mi chiedo,possono essere sintomi di un probabile contagio o sono solo il risultato del mio stato di agitazzione?
[#4] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
no, stia a sentire, il contagio da HIV generalmente non dà alcun sintomo,
tant'è che il 25% dei sieropositivi scoprono la sieropositività solo dopo anni, quando arrivano allo stadio di malattia conclamata