Utente 962XXX
Buongiorno,
vorrei esporvi la mia situazione e avere un Vostro parere. Ho 27 anni, soffro di problemi di ansia e ipocondria. Sono in cura da uno psicologo da 5 mesi circa. Ultimamente, sebbene sotto osservazione e prescrizione del mio medico, ho paura che sto prendendo troppi medicinali: Xanax da 1 Mg a rilascio prolungato ogni mattina (questo da 4 mesi), ho appena iniziato flexiban 1 compressa alla sera, 30 gocce al giorno di Ignatia Homaccord omeopatia, senza contare le 2/3 tisane rilassanti che prendo quotidianamente. Ci sono momenti, come stamattina, in cui mi sento davvero debole, stanco, affaticato, e questo, forse paradossalmente, non fa che aumentare la mia ansia. Preciso che faccio un lavoro sedentario (8 ore al giorno davanti a un computer) e che non pratico nessuno sport.
Pensate che questa mia sensazione di stanchezza e confusione sia legata alle troppe medicine che prendo? Io mi fido del mio medico, è sempre stato un eccellente dottore, e anche stavolta mi ha assicurato che tutti questi medicinali, anche se insieme, non hanno effetti collaterali. Voi cosa ne pensate? Perchè ho questa sensazione di stanchezza e sbandamento?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se vuole anche un approfondimento sulle terapie che sta assumendo dovrebbe ripostare in area PSICHIATRIA