Utente 150XXX
Salve,
ho 34 anni e già da alcuni anni periodicamente, prevalentemente in autunno, mi ritrovo ad avere l'anemia. In genere facendo qualche mese di trattamento con ferrograd la situazione migliora, per ripresentarsi però dopo qualche mese.
Dalle mia analisi, nel tempo, vedo che il valore di riferimento più basso è sempre la ferritina, che sale leggermente con la cura. Mi chiedevo pertanto se questo fatto potesse far pensare ad una causa diversa per la mia anemia, da quella che pensa sia il mio medico (mestruzioni) sulla quale io ho dei seri dubbi, visto che non mi sembra di avere un ciclo lungo ed abbondante.
Le mie ultime analisi, di qualche giorno fa, rivelano questi valori:
emoglobina 12,3
ematocrito 35,7
volume glob medio 88,4
ferritina 13,6

Secondo voi dovrei fare qualche altro esame? Quale?
Aggiungo che negli ultimi anni sono stata anche molto attenta con la dieta, aggiungendo frutta secca, agrumi, legumi, carne rossa e molta verdura a foglie verdi, ma il problema si presenta comunque.

Un'ultima domanda: mi è stato detto che l'alga spirulina potrebbe aiutarmi in maniera naturale a risolvere il mio problema, sapreste dirmi qualcosa in proposito?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La ferritina indica di fatto le riserve di ferro nel nostro organismo: quando questo valore e' inferiore alla norma e' quasi certo che vi sia uno stato di carenza di questo minerale. Se pero' contemporaneamente non e' presente una vera e propria anemia, come del resto mi sembra nel suo caso, sarebbe opportuno aumentare il consumi di alimenti come i legumi, il pesce, compresi molluschi e crostacei, e la carne. Utili anche gli agrumi e la frutta in genere, che aumentano la disponibilita' di vitamina C e quindi aiutano l'assorbimento del ferro contenuto negli altri alimenti.
Per quanto riguarda la causa comprendera' che via internet non e' facile stabilirlo, ma di certo alla sua eta', e tenendo conto di quello che lei ha scritto, credo che sia condivisibile l'idea del suo Medico, il quale ritiene che il ciclo mestruale ne sia maggiormente responsabile.
Cordiali saluti