Utente 231XXX
salve mi scuso in anticipo se mi esprimo in maniera confusionaria ma sono molto spaventata e confusa.
A mio padre gli hanno dignosticato un glioblastoma multiforme nel lobo temporale sinistro; quest'estate inizialmente ha avuto problemi all'orecchio sinistro sentendo al suo interno come un fruscio e difficoltà a parlare. Con successive cure il problema all'orecchio gli è scompraso anche se ha continuato ad avere problemi nel parlare. Noi tutti pensavamo che fosse un'otite.
Successivamente da il 27 al 30 ottobre era piuttosto stanco e dormiva sempre senza però presentare mal di testa o altri sintomi; la mattina del primo novembre presentava gravi difficoltà nel parlare e soprartutto nel comprendere le domande che noi gli rivolgevamo nel primo pomeriggio gli è venuta una crisi epilettica generalizzata; dopo intervento neurochirurgico gli hanno scoperto un neoblastoma multiforme grado 4 sec.WHO. con colorazioni immuno citochimiche.
Chiedo se esisistono cure alternative alla chemioterapia ed alla radioterapia e se esistono casi di guarigione completa della malattia.
grazie per le risposte
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

il glioblastoma multiforme è purtroppo tumore assai assai aggressivo con una prognosi severa. La miglior strategia terapeutica dopo la chirurgia è una combinazione di chemioterapia, radioterapia ed ipertermia. Se la resezione chirurgica non è completa è assai difficile giungere a guarigione. Pur con radicalità chirurgica purtroppo la tendenza alla recidiva è elevata pur avendo in questa condizione qualche possibilità in più.

Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
gentile dottore
la ringrazio per la sua risposta; il 14 dicembre abbiamo una vista dall'oncologo per individuare le cure adatte. Durante l'intervento chirurgico l'ekip medica è riuscita ad eliminare il tumore sebbene esiste la probabilità della formazione di cellule maligne.
Dopo l'intervento chirurgico mediamente quanto tempo passa per la riformazione di un nuovo tumore? Abbiamo sentito parlare del veleno dello scorpione azzurro; lei sa se esite qualche probabilità di acquistarlo in italia? è vero che c'è il 25% di probabilità di guarigione completa?
grazie per la sua risposta.
Non sappiamo più dove sbattere la testa siamo diperati
[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

la radicalità macroscopica chirurgica è un buon punto di partenza. Purtroppo però è neoplasia con alto tasso di recidiva. La velocità di replicazione delle cellule e latempestività delle cure sono importanti fattori prognostici. Il mio punto di vista sul veleno dello scorpione azzurro è reperibile ovunque nel web poichè sono stato spesso interpellato sulla questione.

Un caro saluto