Utente 183XXX
Salve, da un pò di tempo soprattutto nel momento che i cibi attraversano l'ultimo tratto intestinale (il colon) mediante il passaggio delle feci, durante il normale e fisiologico riassorbimento dei liquidi prima della defecazione, ho dei sintomi quali prurito agli occhi, saliva più vischiosa, prurito al cuoio capelluto, fenomeni vasomotori alle orecchie, orticaria vera e propria, tensioni muscolari soprattutto alle spalle e al collo, sonnolenza. Premetto che da anni ho questi fenomeni, ma che il fenomeno dell'orticaria è seguito solo all'assunzione di molti antibiotici per 3 mesi circa, per un'infezione da uno stafilococco aureo resistente (tonsille e linfonodi collo). Ora una dottoressa dermatologa mi ha detto che risultava un'intossicazione da farmaci evidenziata anche dalle transaminasi alterate (poi rientrate perfetamente con dietae prodotti omeopatici disintossicanti) e dalle Ige a 400 su 135 come limite max (dal PRIST e RAST è risultata una allergia medio alta agli acari della polvere e bassa al paleo dei prati e null'altro). Ho fatto tante analisi ma a parte i valori sopra tutto il resto è perfetto, emocromo compreso. Sto seguendo da qualche mese però una dieta vegetariana con 2 uova a settimana, legumi a cena alternati, pasta e pane integrali o di mais senza glutine, frutta e verdura cruda, frutta secca, miele, tè verde con limone ed un giorno alla settimana di sola frutta (per la disintossicazione dal cosiddetto "muco intestinale"), che devo dire mi ha fatto quasi passare completamente il fenomeno dell'orticaria. La disintossicazione si vede anche da qualche afta che spunta in bocca come liberazione dalle tossine. Il fatto è che però gli altri fenomeni anche se meno forti permangono quando le feci attraversano il colon poco prima della defecazione (ormai ci ho fatto proprio caso come tempi). Leggendo poi della Sindrome da Permeabilità Intestinale (SPI) ho capito forse tramite vari siti internet che questi fenomeni, visti i tanti antibiotici fatti nel corso della vita, così come una vecchia alimentazione sregolata piena di grassi, carni e dolciumi, potrebbero dipendere proprio da questa causa. Veniamo alle domande:

1) Secondo voi il mio quadro potrebbe corrispondere alla SPI?

2) A parte la dieta prevalentemente a base crudista di frutta e verdura e i probiotici raccomandati sempre nella SPI, per quanto riguarda gli integratori (L-Glutammina ecc) li raccomandate davvero per una guarigione più rapida della SPI?

3)Dove posso fare nelle province di Lucca, Firenze, Pistoia, Pisa, il test Lattulosio-Mannitolo per provare se c'è o no una SPI?

4) Dove posso trovare eventualmente un omeopata-omotossicologo specializzato nella cura della SPI nelle stesse province elencate sopra?

Grazie mille a tutti quelli che mi risponderanno. Spero di poter avereuna risposta punto per punto.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica