Utente 231XXX
Buongiorno dottori, mi chiama Alberto e volevo spiegarmi il mio problema:
ho 20 anni e da circa 1 anno e mezzo ho rapporti in cui si verifica quasi sempre il problema dell'eiaculazione precoce.. a volte duro pochi secondi a volte (se mi fermo continuamente) arriva magari a 3-4 minuti. Decido allora di andare da un andrologo per vedere se fisicamente era tutto ok (stupidamente non gli ho parlato del problema E.P ma volevo solo essere sicuro se ero a posto fisicamente). Questo mi diagnostica un frenulo breve e ,informandomi su internet ,avevo letto che questo poteva essere una causa di E.P. Mi opero quindi di frenuloplastica e provando ad avere nuovamenti rapporti dopo alcune settimane noto che non è cambiato niente.. allora mi convinco che il mio è un problema psicologico.. poi però, leggendo sempre su internet dell'efficacia della pomata EMLA decido di provarla.. i risultati sono sorprendenti e la cosa che mi sorprende è che se applico quest'ultima SOLO ed esclusivamente nella zona del frenulo come per magia la mia durata è perfetta.. allora torno dall'andrologo il quale mi dice che è un problema di sensibilità in quella zona (e non un problema psicologico come avevo pensato) che decide di sottopormi nuovamente a un intervento di frenuloplastica per allungare ancora di più il frenulo.. faccio l'operazione e dopo due settimane riprendo di nuovo l'attività sessuale e nonostante il secondo intervento ancora le cose non vanno bene.. l'unica cosa che mi permette di avere rapporti sessuali soddisfacenti è l'emla applicata anche solo in poca quantità nella zona del frenulo operato.. ora le mie domande sono le seguenti:
1) è possibile che la zona operata sia ancora molto sensibile dopo l'intervento (l'intervento è stato fatto il 21 novembre 2011) e che la cicatrice si debba ancora elasticizzare e cheratinizzare in modo da perdere sensibilità?
2) nel caso questa sensibilità non diminuisca è possibile qualche altra soluzione? ad esempio la rimozione totale del frenulo, una circoncisione,una neurotomia o un'ulteriore frenuloplastica?
3) una soluzione potrebbe usare emla a vita con tutta la scomodità che ne comporta?
4) è normale che (nonostante la frenuloplastica) se tiro fino in fondo la pelle del prepuzio, in erezione o a pene flaccido,il frenulo tende a piegare leggermente il glande in avanti? succede a tutti?

scusate se mi sono dilungato! vi prego gentilmente di rispondere a tutte 4 le domande che vi ho fatto in modo da cercare di avere un quadro più chiaro della situazione! grazie in anticipo per le vostre risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
certamente un frenulo corto può interferire con il tempo di eiaculazione, ma certamente la sua attenzione ora è sul tempo di durata ed è probabile che ci sia una componente psicogena.
Cmq il tempo intercorso tra l'interv e oggi è breve, quindi è bene aspettare almeno qualche altro mese prima di procedere ad altro.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
grazie delle risposta.. quindi per ora vado avanti con la mia crema? solo per ipotesi, se la situazione non dovesse migliorare esiste qualche altra soluzione per desensibilizzare ulteriormente la zona del frenulo?
[#3] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Si , il tempo e madre natura che tutto guariscono...
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

che la sezione del frenulo prepuziale porti ad un sostanziale miglioramento della tempistica eiaculatoria è è, più che altro, una "favola metropolitana" che non ha riscontri verificati seriamente.
Che possa esistere una particolare "sensibilità" del glande e della regione del frenulo che possa portare ad una eiaculazione "rapida" è possibile e lei ne potrebbe essere esempio diretto.
Ho il sospetto che lei metta troppo "in primo piano" la tempistica eiaculatoria che non è l'elemento fondamentale per un piacevole rapporto.
Cari saluti
[#5] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Inanzitutto la ringrazio x la risposta dr.pozza! Ma se quindi, come sostiene lei, la frenuloplastica non da aiuti signifocativi per migliorare la sebsibilità nella zona del frenulo cosa si puó fare? Devo usare per forza l'emla in quella zona in ogni rapporto? Perchè davverp senza di essa io non riesco a godermi il rapporto in quanto ho subito lo stimolo ad eiaculare non appena sento l'attrito del frenulo..