Utente 242XXX
Buongiorno,
è circa da 2 settimane che ho della febbricola.
Tutto è iniziato una domenica sera quando rientro a casa con un brutta tosse seguita da dolori al petto e l febbre a circa 39 gradi. Mi autoprescrivo del paracetamolo che mi fa scendere la febbre durante la notte. Il giorno seguente avevo ancora febbre e tosse persistente e la notte è salita a 40 gradi. Il giorno dopo vado dal mio medico che mi fa una diagnosi dicendo che ho l'influenza. Mi prescrive 3 pastiglie di paracetamolo al giorno per 3 giorni e uno sciroppo per la tosse.
La febbre continua ad essere persistente tra i 37 e i 37,5 gradi la tosse invece diminuisce. Il venerdì seguente dopo circa 5 giorni di febbre questa cessa e sta sotto i 37 gradi. Il giorno seguente torno a lavoro ma la sera appena rientrato a casa ho nuovamente febbre fino a 37,5 gradi. Va avanti per due giorni, torno dal medico e mi risponde che è nornale è ancora influenza. Passerà.
Sono passati circa 14 giorni e la febbre continua ad essere tra i 37 gradi la mattina e i 37,5 la sera. Una notte è salita a 39 e il medico ha detto di non preoccuparmi che è influenza di stare a riposo.
Ho fatto l'anno scorso una lastra e un ecografia ai polmoni e gli esami del sangue e non c'era nulla di strano.
Sono molto preoccupato.
Il mio medico continua a rassicurami ma sinceramente leggendo su internet trovo che ho molti sintomi simili a quelli del linfoma.
Secondo lei è vero?
Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
1) >>>Ho fatto l'anno scorso una lastra e un ecografia ai polmoni e gli esami del sangue e non c'era nulla di strano>>

2) >> Il mio medico continua a rassicurami >>

Certamente continua a rassicurarla perchè sono sintomi da influenza e non da linfoma

>>ma sinceramente leggendo su internet trovo che ho molti sintomi simili a quelli del linfoma.>>

E' questa la terapia più importante che dovrebbe prescriverle il medico : STACCARE DA INTERNET PER UN MESE almeno