Utente 397XXX
Salve dottore, sono una ragazza di 26anni.. Circa sette anni fa ho avuto una forte Mononucleosi infettiva x circa due mesi.. Risolta in seguito ad un ricovero in ospedale. Da quel giorno ho iniziato a documentarmi e purtroppo sono molto spaventata dalla possibile correlazione tra Mononucleosi e linfoma..spesso durante questi anni ho notato il gonfiarsi e sgonfiarsi di vari linfonodi, ma le mie analisi del sangue sono sempre state più o meno nella norma. Dico più o meno perché sono portatrice sana di anemia mediterranea e ho la Microcitosi ereditata da mia madre. Un paio di anni fa, in preda ad una fissazione perché avevo notato tutti i linfonodi inguinali gonfi mi sono fatta controllare dal mio medico di base che ha confermato che fossero molto palpabili, ma ha sempre attribuito il tutto alla Mononucleosi che, a suo dire, spesso lascia i linfonodi ingrossati. Vengo al dunque.. Circa un mese e mezzo fa ho avuto un leggero herpes zoster sulla schiena con focolaio maggiore sulla scapola sinistra e si estendeva più leggermente anche verso destra..cosa un po' strana comunque, perché non ricordavo di aver avuto la varicella in passato. Comunque L' ho fatto controllare al mio medico curante che ha confermato e mi ha detto che spesso la varicella si presenta in modo del tutto subclinico.. Mi ha dato una cura di due settimane con un anti retro virale che però ho comunque iniziato a sei giorni di distanza dalla manifestazione dell'herpes.. Dati i disturbi intestinali che la cura mi provocava, l'ho fatta per soli sette giorni.. Ora, il prurito mi torna spesso anche se leggermente in quel punto e le crosticine non sono andate tutte via del tutto.. Tuttavia,dottore, circa due settimane fa, mentre mi toccavo la nuca, ho notato un linfonodo molto grande ingrossato proprio sotto l'attaccatura dei capelli sulla destra. L'ho fatto vedere al mio medico di base che è laureato in ematologia e mi ha detto che Nn è nulla di preoccupante. Questo linfonodo si è sgonfiato, ma oggi ho notato sulla nuca un altro piccolo linfonodo che si muove sulla sinistra.. Io in questi giorni sono talmente in ansia x tutto ciò che ho letto che ho iniziato anche a vedere se avessi la milza gonfia e, forse a furia di Palpare e sollecitare la parte, ora mi sento la parte sinistra dell'addome come se fosse pesante.. Secondo lei è solo suggestione? Per lavoro io cammino moltissimo a piedi e a passo veloce . Crede che se avessi avuto la milza gonfia avrei avvertito dei fastidi o delle fitte durante i movimenti? In generale sto bene. Non ho notato perdite di peso, anzi sono ingrassata, non ho febbre.. Crede che potrei avere il linfoma di Hodkings? Chiedo a lei dottore.. Ho molta ansia e paura..

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
l'associazione della mononucleosi con il linfoma è un evento molto raro, rarissimo, nei paesi occidentali.
Non so che farmaco le sia stato prescritto per lo Zoster, ma avrebbe dovuto iniziarlo immediatamente al fine di evitare nevralgie e disturbi post herpetici. Non dopo sei giorni!
Il linfonodo nucale potrebbe essere reattivo allo Zoster: del resto con un Curante specializzato in Ematologia è in una botte di ferro.
Si tranquillizzi e smetta di palparsi linfonodi e milza perchè i linfonodi si infiammano e la parte sinistra della parete addominale si indolenzisce.
Nel dubbio chieda all'ematologo curante di effettuare, se lo ritiene, una palpazione manuale dello splene o una ecografia dell'addome e dei linfonodi più evidenti.
Saluti cordiali,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 397XXX

Grazie dottore della sua risposta. La cura per l'herpes zoster l'ho iniziata con ritardo in quanto io avevo pensato fossero solo semplici bolle.. Comunque, nel frattempo, ho eseguito delle analisi del sangue e i risultati sono tutti nella norma, fortunatamente. Tranne ovviamente i soliti valori che indicano la mia Microcitosi.. Il fastidio alla milza è svanito appena mi sono tranquillizzata.. :-).. Spero sì sgonfino anche i linfonodi col tempo molte grazie, Cordiali saluti e buon natale!

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Buon Natale anche a lei,
Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 397XXX

Buongiorno dottore,vorrei aggiornarla sulla mia situazione in quanto ricordo con piacere la sua disponibilità ed educazione. I linfonodi di cui le parlavo non si sono ridotti, lo è solo quello nucale che al tatto mi sembra più piccolo. Nel frattempo ho rifatto la visita dal mio medico curante che è ematologo e mi dice di aver operato x anni persone con leucemia e linfomi e mi ha detto di stare serena. Io, non contenta, ho fatto la settimana scorsa un'eco collo da cui sono stato messi in evidenza questi linfonodi laterocervicali di max 0,9 mm ed il linfonodo nucale di 0,8mm.Dall'esame risultano piccoli, con centro ilare conservato e di significato reattivo, ma tondeggiante come morfologia. Purtroppo mi sono focalizzata sulla forma tonda e leggendo qui in internet, mi sono spaventata perché la forma tondeggiante viene associata a neoplasie. Io sono impaurita dottore. Le vorrei far presente che circa nove anni fa, molto prima di avere la mononucleosi, feci un'eco collo da cui risultarono sempre linfonodi laterocervicali ingrossati però di 13mm e di tipo reattivo, ma ovalari. Vorrei chiederle se devo preoccuparmi. L'ecografo ed il mio medico insistono per farmi stare serena, ma io ho paura della forma tondeggiante. La ringrazio in anticipo! .