Utente 169XXX
Salve, vorrei farvi alcune domande. Qualche anno fa ho avuto una trombosi venosa femoro-politea sinistra, di natura idiopatica. Eseguo ogni anno visitate con esame ecodopler, le quali, dopo il danno subito, evidenziano insufficienza venosa cronica da sindrome post trombotica, pregresa trombosi profonda prossimale. L'angiologo mi ha consigliato di indossare calze collant fino all'inguine di grado K2, oltre all'assunzione di una compressa di Vessel due volte al giorno. Quando lavoro, dopo alcune ore trascorse in piedi, la gamba sinistra tende a gonfiarsi e a fare male. Volevo sapere se c'era qualcosa che potevo fare per evitarlo. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA


Un adeguato dimagrimento sarebbe il primo obiettivo da perseguire
Occorrerebbe innanzitutto verificare se il modello della calza che indossa sia adeguato alla sua conformazione corporea e la misura sia esatta. Il suo Chirurgo Vascolare potrebbe fare queste verifiche e valutare eventualmente l'opportinità di passare ad un livello di compressione maggiore.
Alcune attività lavorative che prevedano prolungata stazione eretta potrebbero essere non indicate e, ove possibile, una alternativa andrebbe ricercata.
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Sono cose che cambiano la vita. Può essere che sia un pò sovrappeso, non praticando alcun tipo di sport. Mi chiedevo se il rigonfiamento della gamba potrebbe ripresentarsi spesso o è una cosa passeggera? Il problema che ho avuto, potrebbe tornare? Cosa fare x evitarlo?
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Le segnalo un articolo nel nostro sito che potrebbe esserLe utile:

http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/92-sindrome-post-flebitica.html
[#4] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
In caso di operazioni chilurgiche si è sempre a rischio che si riformi il trombo. Grazie per le sue chiare risposte