Utente 243XXX
Salve.
Ho 32 anni e lo scorso anno al terzo mese di gravidanza ho avuto una trombosi parziale della vena succlavia sinistra. Ho curato la trombosi inizialmente con clexane 8.000x2 fino a ridurre avvicinandomi al parto a 4.000x2.
A un anno di distanza ho effettuato le analisi genetiche (ho dei valori sballati e sono a rischio trombotico e ho avuto il lupus anticoagulant una volta positivo e una volta dubbio) e una angio RMN che ha evidenziato una calcificazione all'altezza della vena che riduce il corretto flusso sanguigno. Il medico che mi ha seguito durante questo anno mi ha detto che l'unica soluzione (che sconsiglia) è l'intervento chirurgico e non mi ha prescritto nessuna cura medica.
Io però vorrei poter far vedere tutte le mie analisi e la mia risonanza a qualche altro medico specializzato nella cura della trombosi e del caso mio specifico perchè ora sono anche mamma e devo avere la certezza che svolgendo la mia vita quotidiana normalmente senza cure ed usando normalmente il mio braccio non abbia nuovamente una trombosi.
Sapete consigliarmi un altro centro specializzato in Italia?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
La Sua idea di sottoporsi ad una valutazione competente mi sembra più che condivisibile.
Sarebbe opportuno si sottoponesse inizialmente alla valutazione di un ematologo esperto in problematiche della coagulazione ed eventualmente a quella di un Chirurgo Vascolare.
Non è chiaro d'altra parte il tipo di intervento che Le sarebbe stato "sconsigliato", se al momento presenti qualche sintomo di stasi venosa e se sia stata verificata la ricanalizzazione almeno parziale della vena.
[#2] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta!
L'intervento che mi è stato "sconsigliato" è quello di mettere uno stent. Viene sconsigliato l'intervento perché essendo un punto critico dovrei togliere una parte della prima costola.
La trombosi è già sparita durante la gravidanza. La mia paura è che svolgendo la mia vita quotidiana con i problemi genetici e il restringimento della vena possa ripresentarsi nuovamente una trombosi. Per questo vorrei essere certa di non dover fare l'intervento e comunque di non dover prendere nessun farmaco.
Sono disposta a girare tutta l'Italia pur di far vedere a un bravo specialista tutte le mie analisi e la mia RMN. Ma...non ho idea di dove sia un centro specializzato in queste cose.