Utente 245XXX
Salve, sono un ragazzo di 23 anni, di Benevento, con vita normale e nessuna patologia clinica a parte normali raffreddori e influenze.
da un paio di mesi (almeno io me ne sono accorto da un paio di mesi) ho un problema strano al testicolo destro: in pratica, in condizioni normali il testicolo è più basso dell'altro, e nello scroto oltre al testicolo è presente una parte molliccia, come tanti vermicelli morbidi arrotolati l'un sull'altro. Il testicolo è normale, e non c'è nessun dolore.
Invece, in caso di masturbazione/rapporto, comunque quando sono vicino a eiaculare, la "parte molliccia" scompare, e rimane solo il testicolo con attaccato sulla parte bassa una pallina (attaccata sulla superficie esterna del testicolo, dura, non dolente, fissa, di circa mezzo centimetro anche di meno), che al mio tatto, comunque non esperto, sembra attaccata vicinissimo a dove si attacca il "tubicino", che ho scoperto chiamarsi epididimo. epididimo che, nei momenti in cui c'è la pallina, e soprattutto durante l'eiaculazione, è ingrossato tanto che si sente benissimo anche al mio tatto, non certo esperto. dopo l'eiaculazione, la pallina si "scioglie" (non so come dire, in ogni caso degrada molto velocemente fino a scomparire) in pochi secondi e tutto ritorna come prima. Il punto dove c'era la pallina durante l'eiaculazione, dopo è perfettamente normale in tutti gli altri momenti.
Dolore non ne ho affatto, l'eiaculazione è credo normale, e non riscontro altri problemi: recentemente mi succede a volte di sentire un dolorino leggerissimo alla coscia, ed al collo, come nervi tirati, ma capita solo a volte, e non sono sicuro che prima non ci fosse.
aggiungo infine che a fine dicembre mi sono ritrovato con un'incredibile stanchezza, e il linfonodo dx della nuca, nonche quelli sotto la mandibola, ingrossati: mi è stata diagnosticata una mononucleosi infettiva, e dopo aver preso integratori verso metà/fine gennaio i linfonodi si sono rimpiccioliti tornando alla loro dimensione normale.
aspetto una Vs. gentile e cordiale risposta e auguro buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

i dati che riporta impogono di necessità l'esecuzione dell'ecografia testicolare in modo da verificare la anatomia e la ecostruttura del testicolo e dell'epididimo.
consideri che durante l'erezione la pelle scrotale si "indurisce" perche il mmuscolo cremastere si contrae e attira i testicoli in alto: forse questo dato portrebbe farle sembrare "strano" il contenuto all'interno dello scroto".

comunque le sue osservazioni devono giustamente guidare il medico esperto per valutarei suoi dubbi.

lo stesso dicasi per il dolore testicolare..
una giusta visita è l'inizio della corretta diagnosi.

ci aggiorni

cordialità
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la pronta risposta.
Domani, o lunedì se domani non riuscirò, mi attiverò per prenotare un'ecografia come quella che suggerisce. Una visita andrologica l'ho già prenotata, ma prima di fine aprile non c'erano posti.
Ciò detto, io sono relativamente preoccupato da questa "pallina" che è presente nel testicolo solo nei momenti vicini all'eiaculazione, e poi scompare: ci sono motivi per preoccuparsi gravemente, come la possibile presenza di un tumore, oppure potrebbe anche essere una cosa di non grave importanza? Ovviamente so che non è possibile dare una risposta così senza visita, ma un'impressione sincera mi farebbe molto piacere.
Saluti.
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

la diagnosi differenziale di una cisti/nodulo vicino al testicolo è estremamente difficile anche con la visita dello specialista.

per tale motivi è impossibile farlo a distanza.

consideri che se fosse un tumore sarebbe un dato perenno, non certo influenzato dall'eiaculazione.

cordialità