Utente 225XXX
Gentile dottore volevo chiedere se a 40 anni fare sesso tutti i giorni (ovviamente un rapporto al giorno) ritarda i tempi di eiaculazione. Inoltre come scritto in un post precedente sto assumendo da 14 giorno cipralex a dosaggio crescente (Ora sono a 7 mg) ed ho paura delle ripercussioni sulla sfera sessuale , anche se per ora noto solo dei ritardi che del resto esistevano anche prima. La ringrazio in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

le sue osservazioni sono corrette.

Continui con la terapia neurologica indicata e con il suo medico monitorizzi ora la sua risposta sessuale.

Comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/231-farmaci-interventi-possono-danneggiare-sessualita-maschile.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non si spaventi. E si diverta.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ancora, se desidera avere altre informazioni su questo problema sessuale, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/228-rapporto-tarda-finire-impotenza-eiaculatoria-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
Gentili dottori, sarà suggestione, ma ho notato oggi uno spaventoso ritardo nell'eiaculazione, tant'è che essa non è prprio avvenuta.Assumo 8 gocce di cipralex da 4 giorni, ci sono arrivato gradatamente in 2 settimane.Ancora devo contattare lo psichiatra perchè voglio verificare se è un effetto transitorio.Se dovesse essere legato al farmaco, questo effetto passa col progredire della cura? Cosa si può fare se la vita sessuale non ritorna normale con gli ssri? Io già prima impiegavo un tempo discreto per raggiungere l'orgasmo, ma ora?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se il problema permane, bisogna risentire il suo psichiatra e con lui studiare, se possibile, una strategia terapeutica diversa.

Ancora cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
L'ho sentito stamane e ha detto che dobbiamo monitorare la situazione. In effetti stamane dopo un rapporto sessuale con mia moglie sono arrivato all'orgasmo dopo 12 minuti, mentre ieri mi è stato impossibile. Lo psichiatra mi ha detto che se dovessero presentarsi problemi dobbiamo variare la molecola impiegata. Quello che volevo chiederle, può essere effetto della mia suggestione? Sapendo che gli ssri causano un riutardo (essendo poi io un uomo che non arriva già subito all'orgasmo) ed io preso dalla frenesia quasi spasmodica giornaliera (ho 40 anni) di verificare i tempi di eiaculazione, non sarà insomma che mi sto complicando la vita da solo? Inoltre risponda gentilmente a questa mia domanda: fare sesso tutti i giorni a 40 anni, aumenta i tempi di eiaculazione?
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le sue considerazioni psicologiche generali sono tutte sostanzialmente condivisibili.

All'ultima sua osservazione poi le dico che non solo a 40 anni ma a tutte le età questa situazione può verificarsi, se si fa sesso tutti i giorni.

Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio vivamente, considerando inoltre che a causa dell'ansia ho ripreso a fumare (15 sigarette al giorno), anche la nicotina influisce? La ringrazio e la saluto cordialmente
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, la nicotina non può essere chiamata in causa come sostanza capace nello scatenare una eiaculazione ritardata.
[#10] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
Grazie
[#11] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
Ho sentito oggi il mio psichiatra dato che la difficoltà a raggiungere l'eiaculazione (spece se i rapporti sessuali sono ravvicinati tipo il giorno dopo) permane ed anzi a volte non riesco proprio a raggiungere l'orgasmo se non a distanza di tempo e con la masturbazione. Il dottore mi ha consigliato di attendere un altro poco altrimenti dovremmo dirottarci su altri tipi di farmaci che nn hanno poi una specifica azione antipanico e quindi meno indicati nel mio caso. Lo psichiatra dice che già la dose di 10 mg di cipralex è il minimo sufficiente per la terapia quindi ha parlato di variazione di molecola. Mi chiedo ma è possibile che col prosieguo(sono a d un mese di terapia) dell'assunzione del farmaco questo spiacevole effetto sessuale possa alterarsi? Ci possono essere dei rimedi pur continuando ad assumere l'escitalopram che pare stia facendo anche effetto? Mi spiacerebbe abbandonare la terapia.Vi ringrazio anticipatamente.Inoltre dopo quanto tempo (eventualmente) dalla sospensione del cipralex sparirebbe quest'effetto collaterale?
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sul farmaco da eventualmente cambiare solo il suo psichiatra, che ben conosce il suo particolare problema clinico, le può dare l'indicazione strategica corretta .

All'ultima domanda poi le rispondo che generalmente dopo pochi giorni tutto ritorna come prima.

Cordiali saluti.