Utente 243XXX
Salve a tutti i medici e collaboratori di medicitalia.it.
Sono un ragazzo di 20 anni, che come accennato dal titolo , ho un mal di gola che persiste ormai da due settimane. Quando ebbi i primi sintomi di mal di gola non sono ricorso subito dal medico, ho preferito curarla con spray per la gola come il Propoli,ho aspettato 3 giorni, ma poi dato che invece di passare la situazione tendeva a peggiorare , sono andato subito dal medico che, avendo visto la gola molto infiammata con qualche placca, mi ha prescritto una cura antibiotica, "Augmentin".
nonostante il forte mal di gola, non ho avuto febbre alta, anzi, il massimo è stato di 37.3 , durato circa 2 giorni, ma il resto dei giorni fino ad adesso non ho segni di febbre.
Ho seguito la cura antibiotica per 5 giorni, ed il maldigola sembrava quasi passato, ma dopo qualche giorno sono ricomparsi gli stessi sintomi, lo stesso mal di gola. E' possibile che l'antibiotico non abbia funzionato come si deve? Da cosa può dipendere? dovrà riprendere altri antibiotici?
Capisco che la mia gola necessità di una visita dal medico in persona, ma dato che dovrò aspettare il lunedì, se potete darmi qualche vostro giudizio, ve ne sarei grato.
Ps: Un ultima cosa: da piccolo all'età di 5 anni sono stato operato alle tonsille ed adenoidi.
Grazie in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto
48% attività
16% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Gentile utente
da quanto lei afferma si evince chiaramente che si è trattato di una forma virale .Lo giustifica la febbre bassa e di breve durata .Se si è trattata di una forma batterica la durata dell'antibiotico è stata troppo breve.Unico germe che determina faringo tonsilliti che abbisognano di antibiotici è lo streptococco beta emolitico di gruppo A. La terapia va fatta con amoxicillina per sei giorni .Non vi è la necessita' di usare amoxicillina +acido clavulanico .Il consiglio quindi è quello di praticare un tampone faringeo per valutare la presenza di questo germe ; di incrementare l'introito di vitamina A e C (carote e agrumi). Eseguire esami ematochimici di controllo tra cui ves e pcr e una visita ORL.
Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
La Ringrazio Dr. Gaetano Pinto, per la sua chiara ed esaustiva risposta.
Per il momento sono andato dal medico, il quale mi ha pescritto un'altra cura con Supracef (cefixima) da 400mg , e Bornilene spary a base di xibornolo, poi mi ha detto che, se una volta guarito dovessero ripresentarsi gli stessi sintomi di maldigola nel giro poco tempo dopo l'interruzione dell'antibiotico, devo farmi un tampone faringeo, come consigliato anche da Lei, e una visita dal ORL.
La ringrazio nuovamente.
Cordiali Saluti.