Login | Registrati | Recupera password
0/0

referto Colonscopia

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012

    referto Colonscopia

    Buonasera, mia madre che ha 63 anni dopo aver fatto la colonscopia ha ricevuto il seguente referto:

    Esame condotto fino a circa 32 cm dall'O.A.,dove si evidenzia neoformazione a manicotto,friabile e sanguinante al prelievo bioptico,che non permette il passaggio dello strumento(biopsie a marcatura con carbone).Emorroidi congeste.

    Diagnosi:

    Neoformazione sub-stenosante del sigma

    Annotazioni:

    Si consiglia TC TB con MDC,Rx clisma opaco.

    Le è stato detto che quasi sicuramente si dovrà intervenire chirurgicamente.
    Quello che vorrei sapere la situazione è grave?C'è possibilità che la neoformazione sia di origine maligna e ci siano metastasi ?

    Spero che ci sarà una risposta al più presto e colgo l'occasione per ringraziarvi.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 538 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso

    Risponde dal
    2011
    La neoformazione potrebbe essere di origine maligna ,ma potrebbe anche essere di tipo infiammatorio come nei pseudo tumori diverticolare.sarà l'esame istologico a dare la risposta. In ogni caso l'intervento dovrà essere eseguito perché vi è una stenosi cioè un restringimento del lume intestinale. Riguardo alla presenza o meno di metastasi la TC darà il responso.


    Dr. Roberto Rossi

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Molto chiaro nella sua risposta,per quanto riguarda l'intervento può consigliarmi un ottimo centro specializzato in questo settore.La ringrazio per la sua celerità nel rispondermi.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 538 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso

    Risponde dal
    2011
    Prima di pensare all'intervento occorre fare una corretta valutazione della situazione. In ogni caso ogni ospedale è attrezzato per un intervento di resezione intestinale.


    Dr. Roberto Rossi

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Si ora aspettiamo la risposta dell'esame istologico che sicuramente arriverà in settimana e poi giorno 8 maggio farà la TC.Voglio essere positivo e sperare che i risultati siano tutti negativi.In base al referto che ha letto e senza risultati dell'esame istologico ad ora si può dire se la percentuale di rischio che la neoformazione sia maligna è alta ?Le possibilità di sopravvivere?La ringrazio per la sua gentilezza e per il suo essere diretto nelle informazioni date.



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 538 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso

    Risponde dal
    2011
    Nel caso la neoformazione fosse maligna ma non fossero presenti metastasi l'intervento e l'eventuale chemioterapia adiuvanti potrebbero determinare buone possibilità di sopravvivenza


    Dr. Roberto Rossi

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    La ringrazio immensamente per le risposte che mi ha dato fino ad ora,appena avrò i risultati dell'esame istologico le faccio sapere l'esito.



  8. #8
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Referto tac:

    quesito clinico:
    stadiazione k substenosante del sigma

    Tc addome:

    Non sono apprezzabili alterazioni dei parenchimi epatico,splenico,pancreatico,surrenale e renale bilateralmente fatta eccezione per la presenza di cisti parapieliche a sx.
    In corrispondenza del sigma ,come già rilevato da esame colonscopico ,si rileva neoformazione substenosante di circa 5 cm di lunghezza con modesa iperdensità del tessuto adiposo circostante ed evidenza di alcune formazioni linfonodali sottocentimetriche del contesto.

    Tc torace:

    Non sono apprezzabili alterazioni pleuro-parenchimali evolutive in atto.
    Non sono apprezzabili linfonodi significativamente aumentati di volume in sede ilo-mediastinica.


    Referto biopsia:

    Adenocarninoma insorto su adenoma tubolo-papillare


    Cosa può dirmi da questi referti?La ringrazio per la disponibilità.
    Saluti



  9. #9
    Indice di partecipazione al sito: 538 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso

    Risponde dal
    2011
    La lesione sembra circoscritta pertanto un intervento chirurgico in tempi rapidi potrebbe essere risolutivo. L'esame istologico del pezzo operatorio darà poi indicazioni circa la necessita di una eventuale terapia adiuvante.


    Dr. Roberto Rossi

Discussioni Simili

  1. Tumore al colon
    in Colonproctologia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18/01/2012, 19:13
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 16/12/2011, 19:04
  3. Eteroplasia del canale anale
    in Colonproctologia
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 11/10/2012, 15:29
  4. Esame istologico
    in Colonproctologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10/11/2011, 16:39
  5. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 16/09/2011, 17:17
ultima modifica:  28/10/2014 - 0,17        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896