Utente 244XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 21 anni e ho una domanda da porvi. Un po di tempo fa ho avuto una prostatite lieve dalla quale sono guarito e per questa ho fatto una serie di controlli dai quali è emerso, una volta passata la prostatite, che ero tutto in perfette condizioni. I controlli sono spermiogramma e visita urologica. Partendo da queste basi volevo porvi un problema al quale l'urologo non ha dato molto peso ma a me preme avere una risp: il mio getto di sperma durante l'eiaculazione è stato sempre molto debole anche dopo tempo di astineza. Per debolezza intendo che il più delle volte lo sperma cola oppure solo una piccola goccia esce con un getto un po' più potente ma sto parlando solo di una forza molto molto ridotta. La mia domanda è questa: partendo dal presupposto che le analisi da me eseguite sono a posto, come mai il getto del mio sperma è cosi debole? Non essendo un problema di infiammazione, da cosa questo può derivare? E poi vorrei sapere da un esperto come siete voi quanto realmente questo influisce sulle possibilità reali di avere un bambino. Grazie mille dell'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

il potenziale di fertilità si valuta mediante l'esame seminale che spero abbia eseguito in un centro dedicato che sia tarato sui criteri WHO 2010.

aggiungo che la forza del mitto seminale potrebbe dipendere dalla conformazione delle vie seminali che si svuotano parzialmente con l'eiaculazione, come da indebolimento dei muscoli striati che partecipano a determinare l'eiaculazione.

perciò è opportuno eventualmente valutare con lo specialista i muscoli del pavimento pelvico in questione.


cordialità
[#2] dopo  
Utente 244XXX

Iscritto dal 2012
Lo spermiogramma non è stato fatto secondo i criteri WHO 2010 ma l'urologo dal quale mi sono rivolto dice che il risultato è buono. Volevo chiederle ancora una cosa: secondo lei questo è un problema serio e per questo è necessaria una ricerca della causa oppure posso anche tranquillizzarmi accettando questa condizione in quanto non portatrice di ulteriori problemi (intendo diminuzione delle possibilità di avere figli)?
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

il giudizio del suo specialista di riferimento è insindacabile, visto che ha avuto modo di visitarla. Qui a distanza non è possibile esprimere un giudizio clinico.

se il problema della forza dell'eiaculazione persiste, senta lo specialista di riferimento o l'andrologo.

cordialità