Utente 213XXX
Salve sono una ragazza di 26 anni
Premetto di soffrire di ansia e attacchi di panico con la fobia dell' infarto.
La mia preoccupazione sono i continui dolori al braccio sinistro che persistono da alcuni mesi,ho paura che sia il cuore anche se non è passato neanche un anno di tutti gli esami fatti al cuore(elettrocardiogramma,ecocuore,holter e prova di sforzo).
Puo' essere che abbia bisogno di ripetere gli esami?o è tutto un fattore mentale?Io mi chiedo pero' fino a che punto il cervello puo' mandare questi dolori al braccio...

Un altra domanda:Come mai ogni volta che vado in pronto soccorso gli elettrocardiogrammi non escono bene?Il mio cardiologo dice che è normale è stesso l' attacco di panico che fa accellerare il battito cardiaco infatti dopo aver fatto gli altri esami dice che sono sanissima..
Devo preoccuparmi di questi continui dolori al braccio sinistro?prima o poi l' infarto mi verra' dalla eccessiva preoccupazione..
Grazie..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gli attacchi di panico non comportano un aumento del rischio di infarto, mentre ovviamente aumentano la sua frequenza cardiaca.
Se il disturbo da attacchi di panico le riducesse, come pare, la qualita' di vita, sarebbe opportuno che lei si rivolgesse ad uno specialista psichiatra per curarli e guarirne definitivamente.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore della risposta.