Utente 358XXX
Salve, sono un ragazzo di 25 anni. Da circa 6 anni avverto dei sintomi strani e preoccupanti che mi hanno condizionato la conduzione di vita. Spesso durante la giornata avverto i miei battiti. Se non leggermente veloci, molto evidenti, avvertibili e visibili. Il tutto si accentua dopo le prime sigarette della giornata, dove in più comincio ad avvertire forte spossamento, capogiri e dolori, pizzichi a al petto sempre nella zona centro sinistra. Tutto questo si ripresenta dopo ogni pasto. In più ogni tanto avverto qualche extrasistole. Ma tutti questi sintomi si presentono, seppur in modo meno eccessivo, durante la giornata.
Ad ogni piccolo sforzo sto male. Stanchissimo, battiti decisamente più eccessivi per il tipo di sforzo effettuato e questo da anni mi ha reso del tutto sedentario.
Sono davvero tanti i sintomi, alcuni sembrerebbero banali ma molto fastidiosi e preoccupanti. Avverto il battito anche a riposo ovunque, molto sulla carotide, dove addirittura è molto visibile anche in condizioni di riposo, ma anche proprio sull'itto cardiaco da dove spesso sento dei pizzichi, gli stessi che avverto anche all'altezza dello sterno o sotto l'ascella sx. Da disteso l'avverto sulla nuca.
Ovviamente ho fatto più esami, ed alcuni visto il presentarsi continuo dei sintomi ripetuti.
Esami tiroidei negativi.
Esami del sangue, ferro leggermente basso.
Vari ECG tutti con esito negativo.
2 Ecocardiodoppler entrambi negativi, se non una lieve insufficienza polmonare nel primo, a cui nel secondo mi è stato riscontrato anche: "Lembo anteriore mitralico ispessito" e "Lieve insufficienza mitralica".
Holter delle 24 ore anch'esso negativo.
Prova da sforzo negativa, se non tachicardia che continuava anche dopo aver effettuato il test.
Pressione arteriosa la massima supera raramente 110 e la minima raramente 80.
Questi sono esami che ho effettuato nell'arco dei sei anni, fino ad 1 anno fa.
E' come se il mio cuore reagisse in modo eccessivo a tutto, sforzi, emozioni ecc.
Vi scrivo nonostante i vari test effettuati perchè ho notato un pò di insufficienza nel modo di trattarmi visto la mia età e perchè vorrei capire come risolvere questa situazione.
Cordiali Saluti, grazie in modo particolare a chi cercherà di sforzarsi per capire meglio il tutto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
considerata la sua età, gli esami praticati (tutti con esitio negativo), il suo problema sembrerebbe francamente di mera natura ansiogena.
Stia sereno.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2007
Uno stato ansiogeno può davvero essere la causa di proprio tutti i sintomi da me elencati?
Cosa potrei fare per non avvertire più questi sintomi e ritornare a condurre una vita normale da un 25enne?
Sono disposto a fare anche altri esami, diversi da quelli effettuati. Mi mancano troppo la normalità e la tranquillità, e so che per raggiungerli mi basterebbe non avvertire più questi sintomi, che oltre a tenermi in apprensione, mi fanno stare proprio male fisicamente oltre che psicologicamente.
Grazie Dr. Martino.