Utente 253XXX
Gentili Dottori, mi chiamo Federica, ho 30 anni e sono alla 33esima settimana della mia prima gravidanza. Prima di rimanere incinta ero in cura con Sereupin e Lexotan per Disturbo da Attacchi di Panico. In gravidanza la terapia mi è stata fatta interrompere a causa dei rischi che comportava per la mia bambina. Purtoppo le crisi di panico sono tornate più forti di prima, in particolare negli ultimi mesi. A causa di questo disagio psicologico ho preso solo 4 kg fino ad ora (l'unico lato positivo della situazione). Ho ansia tutto il giorno, la notte non riesco a dormire, mi sveglio in continuazione di soprassalto. Quando esco ho semrpe forti crisi di panico, con tachicardia, palpitazioni, fiato corto, vampate di calore e senso di svenimento; la crisi di panico per eccellenza insomma. Adesso però anche quando sono a casa ho spesso sensazione di tuffo al cuore (come quando ci si spaventa all'improvviso), tachicardia, fiato corto ed extrasistoli (che nei periodi di ansia ho sempre avuto). Ho fatto una visita cardiologica al 4° mese di gravidanza ed era tutto ok ma ora sono spaventatissima all'idea che il mio cuore, già sovraccaricato dal lavoro dovuto alla gravidanza stessa, possa risentire di questo continuo stato di stress psico fisico di ansia perenne. Vorrei per l'appunto sapere se potreste tranquillizzarmi o meno su questo, dato che poi si innesca una circolo vizioso per cui la paura per la salute del mio cuore mi provoca altra ansia e così via. Ringraziando anticipatamente per l'utilissimo servizio che offrite invio i miei più cari saluti. Federica

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gli attacchi di panico fanno decisamente più male alla sua mente e fortunatamente molto meno al suo cuore. Cerchi di tranquillizzarsi, quindi, soprattutto nell'interesse del suo futuro bambino, perchè l'ansia non aiuta a portare a termine in serenità una gravidanza. Autocontrollarsi si può, mi creda. Gli ansiolici sono solo un mezzo per riuscire a farlo più facilmente.
Auguri
[#2] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dr. Rillo,
la ringrazio molto per la sua risposta e per il sostegno, Purtroppo le crisi di panico ed il disturbo d'ansia sono davvero una brutta cosa e mi hanno rovinato il corso di questa gravidanza peraltro tanto desiderata. Di forza di volontà ce n'è tanta ma purtroppo a volte sembra non bastare. Purtroppo poi, navigando su internet, ho letto che in gravidanza aumenta il rischio di problemi cardiaci e così, avendo sempre il cuore a mille per via dell'ansia, sono entrata nel pallone. Dunque, non avendo problemi cardiaci precedenti alla gravidanza, posso stare tranquilla a riguardo? La ringrazio nuovamente.
Federica
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sicuramente il rischio cardiovascolare nel suo caso è basso e sicuramente nel corso della sua gravidanza verranno eseguite tutte le indagini diagnostiche necessarie per monitorizzare la situazione, come avviene per tutte le donne in gravidanza. Stia serena e viva con gioia la sua futura maternità.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto. Purtroppo l'idea che l'ansia aumenti il rischio di problemi al cuore è una caratteristica comune in noi che soffriamo d'ansia...è un po' un cane che si morde la coda.
Saluti
Federica