Utente 255XXX
Buonasera, mi chiamo Emma e ho 20 anni.
Cinque giorni fa sono svenuta in casa per ben 3 volte, a seguito di cui mio padre ha chiamato il 118. (spesso ho cali di pressione ma fino allo svenimento è capitata solo una volta 5 anni fa a seguito di un lutto familiare, associata allo stress)
Già al risveglio (è successo di mattina) accusavo dolori al basso ventre, nausea, e mal di testa acuto. Arrivata in ospedale mi hanno visitata, fatto il prelievo del sangue e l'elettrocardiogramma.
Avevo la pressione molto passa (90/55) e un po' di febbre. Durante la giornata mi hanno fatto una flebo di tachipirina, una fisiologica e una puntura di Toradol. Non riuscivo a reggermi in piedi ovviamente.
Gli esami del sangue non mostravano nulla di strano (a parte qualche valore sballato per via degli episodi di sincope)
La sera mi hanno dimessa. Diagnosi: sincope neuro vegetativa.
Mi hanno fornito la prenotazione per il TILT test ed per un ecocardiogramma (ho un soffio al cuore).
Tornata a casa avevo la febbre a 38,5 ° che nella notte è scesa spontaneamente.
I primi due giorni faticavo a stare in piedi ma ora è tutto nella norma.

Il punto è che già negli ultimi tempi ho riscontrato dopo i pasti (specie dopo cena) un forte mal di stomaco che mi coglie all'improvviso (cerco di mangiare lentamente, e di rimanere leggera).

C'è una correlazione tra la sincope e questo mal di stomaco?
Se cosi non fosse devo fare altri controlli per questo mal di stomaco?

Grazie in anticipo!
Saluti
Emma

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Forse conviene postare nella sezione di gastroenterologia...cmq le problematiche digestive possono dare episodi lipoimici.
[#2] dopo  
Utente 255XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per aver risposto!
Arrivederci!