Utente 255XXX
Buonasera, mi chiamo Emma e ho 20 anni.
Cinque giorni fa sono svenuta in casa per ben 3 volte, a seguito di cui mio padre ha chiamato il 118. (spesso ho cali di pressione ma fino allo svenimento è capitata solo una volta 5 anni fa a seguito di un lutto familiare, associata allo stress)
Già al risveglio (è successo di mattina) accusavo dolori al basso ventre, nausea, e mal di testa acuto. Arrivata in ospedale mi hanno visitata, fatto il prelievo del sangue e l'elettrocardiogramma.
Avevo la pressione molto passa (90/55) e un po' di febbre. Durante la giornata mi hanno fatto una flebo di tachipirina, una fisiologica e una puntura di Toradol. Non riuscivo a reggermi in piedi ovviamente.
Gli esami del sangue non mostravano nulla di strano (a parte qualche valore sballato per via degli episodi di sincope)
La sera mi hanno dimessa. Diagnosi: sincope neuro vegetativa.
Mi hanno fornito la prenotazione per il TILT test ed per un ecocardiogramma (ho un soffio al cuore).
Tornata a casa avevo la febbre a 38,5 ° che nella notte è scesa spontaneamente.
I primi due giorni faticavo a stare in piedi ma ora è tutto nella norma.

Il punto è che già negli ultimi tempi ho riscontrato dopo i pasti (specie dopo cena) un forte mal di stomaco che mi coglie all'improvviso (cerco di mangiare lentamente, e di rimanere leggera).

C'è una correlazione tra la sincope e questo mal di stomaco?
Se cosi non fosse devo fare altri controlli per questo mal di stomaco?

Grazie in anticipo!
Saluti
Emma

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Forse conviene postare nella sezione di gastroenterologia...cmq le problematiche digestive possono dare episodi lipoimici.
[#2] dopo  
Utente 255XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per aver risposto!
Arrivederci!