Utente 253XXX
Salve,
l'altro giorno sono stato morso, dietro la coscia, dal cane della mia ragazza.
Si tratta di un simil pastore tedesco giovane, domestico.
L'accaduto è stato causato da un mio comportamento euforico (urla e movimenti rapidi) che l'hanno allarmato, e a quel punto mi ha morso.
I denti non sono penetrati profondamente, ma quel tanto che basta per farmi sanguinare un pò (ferita superficiale comunque).
Dopo il morso, ho lavato bene la ferita e l'ho disinfettata (il giorno successivo anche con acqua ossigenata).

Volevo sapere se posso andare incontro a qualche conseguenza infettiva, non essendomi recato al pronto soccorso.
Il cane è vaccinato, ma non contro la rabbia il cui vaccino, qui in Puglia, non è obbligatorio perché non è considerato un territorio a rischio.
In ogni caso il cane è domestico e trascorre la maggior parte del tempo a casa, non venendo a contatto con cani randagi o altro. Se fosse ammalato di rabbia, comunque, credo ce ne saremmo accorti, o sbaglio?

Inoltre, al momento, sono coperto dall'antitetanica, avendo ricominciato la profilassi da poco.

La ferita si sta rimarginando bene e non mi sembra ci sia rischio di infezione.
Tengo comunque a portata una pomata antibiotica (Aureomicina) nel caso ciò dovesse accadere.

Vi ringrazio,
Riccardo
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
il pericolo più temibile in seguito a ferita da morso di cane è ovviamente la trasmissione della RABBIA.
Il virus si trasmette infatti tramite la saliva, con un periodo di incubazione che va da 20 giorni ad un anno (in media da uno a tre mesi).
Oltre questo, il pericolo è contrarre infezioni poichè nella bocca dell'animale sono presenti batteri e residui di cibo fermentati che, entrando nella ferita, possono causare gravi infezioni.

Se il paziente non è vaccinato o si nutrono dei dubbi in merito, è utile la profilassi antitetanica.
E' quindi importante lavare immediatamente e abbondantemente la ferita con soluzione saponosa, risciacquare e disinfettare (anche quando la ferita è lieve o modesta).
Utile lavare abbondantemente con acqua ossigenata per il citato rischio di infezione da anaerobi (batteri che vivono in assenza di ossigeno).

Dopodichè ci si deve rivolgere presso l'ufficio di Igiene di competenza per verificare la situazione sanitaria del cane che l'ha morso (anche quando la ferita è lieve o modesta).

Se l'animale è sospetto e non è possibile tenerlo in osservazione nei giorni successivi al morso, è indicata la vaccinoprofilassi antirabbica che consente, data la lunga incubazione della malattia, l'instaurarsi di una risposta immunitaria efficace prima che il virus attacchi il sistema nervoso centrale.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta.

Per controllare che il cane non sia affetto da rabbia (come dicevo, è domestico e non entra in contatto con animali selvatici o randagi, in più la Puglia non è territorio a rischio), è vero che basta aspettare 10 giorni? Ho letto che questo è il tempo massimo entro il quale un cane rabbioso e contagioso muore.

Se, passati 10 giorni dal morso, il cane è in buona salute, allora non c'è di che preoccuparsi, me lo conferma?
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
l cane affetto da rabbia conclamata raramente vive oltre cinque giorni dalla comparsa dei sintomi.

Non credo però che questo annulli quanto le ho specificato, nè le opportune iniziative da assumere.

In particolare l'avvenuta morsicatura va segnalata al Servizio Veterinario della AUSL per ovvie ragioni, come previsto dai regolamenti.

Saluti