Utente 243XXX
Salve,
da circa un mese mi sono vista comparire dapprima sulle gambe e poi sulle braccia e sui glutei dei pomfi pruriginosi molto simili a punture di zanzara, tanto che all'inizio delle manifestazioni non mi sono preoccupata perchè li associavo appunto a questi insetti.
in seguito però, i pomfi, che dapprima erano radi e tendevano a sparire dopo poco, si sono moltiplicati a dismisura, e sono diventati più "resistenti" in quanto durano di più, e tendono a lasciare delle chiazze rosse che poi nel giro di 24 ore spariscono.
ho cercato di associarli con quaLche alimento, sapone, crema, indumento utilizzati ma non ci sono corrispondenze. i pomfi compaiono al mattino quando mi sveglio, e compaiono e scompaiono in parti diverse durante il giorno.
tre mesi fa ho avuto dei forti dolori all'ipocondrio dx, che poi si sono risolti dopo 2 settimane con una dieta leggera.
due mesi fa circa ho avuto analisi positive per EBV e Citomegalovirus (IGG E IGM).
aggiungerei che sono una persona abbastanza ansiosa e che da circa un mese (da quando mi sono comparsi i ponfi) sto passando un periodo molto particolare di stress intenso sul lavoro e in famiglia, in quanto è stato diagnosticato un tumore incurabile a un mio caro. proprio a tale proposito, volevo aggiungere che nella mia famiglia ci sono stati molti casi di tumore, tra cui leucemie e linfomi ma non solo....
volevo capire se potrebbe esservi un legame tra tutte queste cose. mi dispiace essermi prolungata sull'anamnesi e non so se la richiesta di consulto è stata postata nella specialità medica giusta ma spero che potrete chiarire un pò dei miei dubbi.
presto andrò a farmi una visita da una dermatologo, e vorrei farmi prescrivere delle analisi un pò più dettagliate per scongiurare malattie diverse dall'allergia. quali analisi dovrei fare??
ed inoltre.. c'è un modo, qualunque sia la causa, per far sparire questi cosi??? GRAZIE ANTICIPATAMENTE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
ha ben descritto il quadro di un'orticaria spontanea, che deve essere considerata condizione benigna pur nel caso in cui dovesse cronicizzare.
Non posso fare a meno di notare il dato relativo a CMV ed EBV (le IgM sono positive per entrambi? esistono misure di avidità delle IgG?) che - oltre a meritare probabilmente una certa attenzione - potrebbe avere una relazione con l'orticaria stessa.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
grazie per la risposta, le scrivo i dati delle analisi:

Cytomegalovirus
IgG 7,4
IgM 1,60

VCA IgM POSITIVO
VCA IgG POSITIVO

devo preoccuparmi di averle avute entrambe nello stesso periodo??

[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
I valori di riferimento degli anti-CMV?
[#4] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
si mi scusi...
anzi adesso le scrivo tutte le analisi che ho fatto in quell'occasione:
EMOCROMO
GLOB. ROSSI 4,5 X10^6 ul (4,20-5,40)
HB 13,8 gr/dl (12,0 - 16,0)
Ematocrito 40,7% (37-47)
Volume corp medio 90 fl (81- 99)
mch 30,5 pg (27 - 31)
mchc 33 gr/dl (33-37)
rdw 11,2 % ( 11,5 - 14,5)

piastrine 153,0 x10^3 ul (130-400)
mpv 8,1 fl (7,2 - 11,1)
pdw 16,3 (14-18)
piastinocrito 0,12 % ( 0,10 - 0,40)

Globuli bianchi 3,39 x10^3 ul (4-10)
formula leucocitaria:
-neutrofili 40,6% ( 55-70)
1,37 x10^3ul (2-7,5)
-linfociti 46,2% (20-35)
1,57 x10^3 ul (1,5 - 3,5)
-monociti 8,6% (2-8)
0,29 x10^3 ul (0,2-0,6)
-eosinofili 3,4% (1-4)
0,12 x10^3 ul (0,05-0,4)
-basofili 1,2 % (0,1-1)
0,4 (0,0 - 0,1)

VCA ig e igg POSITIVO

Citomegalovirus igg 7,4
(>= 1,1 REATTIVO
O,9<1,1 INDETERMINATO
< 0,9 NON REATTIVo

Citomegalovirus igm 1,60
(>= 1,1 POSITIVO
>= 0,9< 1,1 BORDER LINE
< 0,9 NEGATIVO

mi scusi per l'insistenza dottore, ma da queste analisi secondo lei, potrei avere qualcosa di grave?? per quale motivo questi risultati meritano attenzione?mi scusi, sono un pò ipocondriaca!
la ringrazio per l'attenzione.


[#5] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
La positività delle IgM indica di solito un'infezione in atto o recente.
La positività delle IgM associata all'evento, clinicamente evidente, di dolore in ipocondrio destro e alla presenza di una lievissima neutropenia (1400 N/&#956;l, da confrontare con dati precedenti per conferma di una verosimile "vera" riduzione di questa popolazione cellulare) è consistente con l'ipotesi di un'infezione erpetica che potremmo ipoteticamente datare a circa tre mesi fa. L'orticaria (che ricordo essere, secondo il Suo racconto, spontanea) potrebbe teoricamente "seguire" la risposta immunitaria a questa infezione.
Considerato che la positività degli anticorpi verso uno dei due virus può essere indotta dalla risposta all'altro, non è possibile dire quale dei due può aver sostenuto il quadro clinico o se, addirittura, possa esserci stata una co-infezione (in tal caso, più probabilmente, una riattivazione di uno dei due in corso di una prima infezione dell'altro, oppure una riattivazione di entrambi in un periodo di immunodepressione).
Quando parlavo di "attenzione" mi riferivo all'opportunità di studiare meglio la situazione (ripetendo alcune analisi e magari approfondendo con altre), non perché esistano rischi particolari, ma per fare un "punto" più chiaro con il quale poi confrontarsi nel tempo. Tant'è che un approccio alternativo al Suo caso (anche se la mia impressione può essere differente, ma può certo valutare meglio un medico nel "reale") potrebbe anche consistere semplicemente nell'osservarne l'andamento.
Saluti,
[#6] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto per la sua disponibilità!
quindi secondo lei è improbabile che le due infezioni si siano verificate contemporaneamente?
cordiali saluti


[#7] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Ritengo molto improbabile che possa avere avuto una prima infezione contemporanea e recente di entrambi i virus.
Mi è più facile pensare ad una riattivazione di entrambi, o alla riattivazione di uno dei due in seguito ad una prima infezione dell'altro oppure ancora ad una falsa positività delle IgM anti-"uno dei due" indotta dalla primainfezione/riattivazione dell'altro.
Saluti,