Utente 997XXX
salve dottori sono un ragazzo di 20 anni alto 170 cm e 63 kg dall'eta' di 16 anni pratico pesistica, dai 18 fino a 6 mesi fa andavo 3 volte a settimana. premetto che quest'anno ho frequentato la quinta superiore che ha richiesto parecchio studio e preoccupazioni con conseguente stress. tutto è cominciato dopo una partita di pallavolo durante e sopratutto dopo la partita ho iniziato ad avere il respiro corto e pesante continuavo a inspirar in quanto avevo "fame d'aria" e dovevo sforzarmi per respirare a quel punto sono andato in ps dove mi hanno fatto un ecg risultato tutto nella norma e una rx al petto che non ha rilevato niente, inoltre mi hanno fatto degli esami del sangue forse per gli elettroliti e anche li tutto ok. mi ihanno dimesso dicendomi che ero sano come un pesce e che tutto era causato da stress e ansia. premetto che accusavo dei mal di testa e fortissimi giramenti da circa uno o 2 mesi prima di questa partita che aumentavano con lo sforzo fisico. successivamnte dopo quella famosa partita mi è ricapitato un'altra volta sempre dopo attività aerobica quella fatica a respirare e questa volta anche una forte tachicardia tanto che sentivo battere forte il cuore in modo irregolare. anche li sono andato al ps e mi hanno rifatto un ecg che ha evidenziato solo un'aritmia sinusale non preoccupante a quanto diceva il medico un'altra volta dimesso dicendomi di essere sano come un pesce e prescrivendomi un ecg sotto sforzo e un ecocolor dopler. ho eseguito entrambi gli esami e anche li non anno rilevato niente di anomalo.per l'ansia e i mal di testa mi era mi era stato prescritto il laroxil per ho smesso di prenderlo perchè mi portava una forte sonnolenza al di fuori di quello ho preso il valium 15 20 gocce per una ventina di giorni poi smesso anche quello. da quando è finita la scuola la mancanza d'aria che mi portava a fare numerosi sospiri e a sbadigliare mi è passata e anche i mal di testa mi sono passatii però appena inizio a fare esercizio fisico inizia a battermi forte il cuore, a mancare il respiro con conseguente continue insirazioni per cercare di prendere aria e in alcuni casi sopraggiungono anche giramenti di testa, vertigini, e senso di stordimento. proprio oggi dopo una camminata in un sentiero di montagna mi sono arrivati questi sintomi in successione. non nego di essere un soggetto ansioso e ogni volta che devo affrontare un esercizio fisico ripenso a tutto quello che mi è successo. secondo voi cosa può essere? a dimenticavo che ho eseguito anche una spirometria semplice tutto nella norma però il medico diceva di aspettarsi di più da un ventenne che fa sport però c'è da considerare che io faccio solo pesi. a chi mi devo rivolgere secondo voi? un'altro sintomo presentatomi 4 o 5 mesi fa sono dei specie di crampi quando compio l'azione di rilasciare il muscolo dopo una contrazione curati prima con supradyn senza successo e poi con anasten plus anche li quasi passati ma non del tutto. adesso sto prendendo oxigen per miodesopsie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non dovrebbe essere nulla di importante. Comunque l'ECG fatto in PS ha un suo valore solo se i sintomi riferiti (la tachicardia) erano ancora presenti. Forse è utile eseguire un Holter ECG, ma anche questa indagine può avere dei falsi negativi se durante la registrazione non si avverte alcun sintomo.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 997XXX

Iscritto dal 2009
grazie della risposta dottore comunque nel primo ecg fatto al ps non era presente questa aritmia sinusale mentre è saltata fuori solo nel secondo. di recente circa un mese fa ho dovuto fare un'altro ecg per la donazione di sangue con avis e anche li il referto indicava un'aritmia sinusale ma non avevo alcun tipo di sintomo ne tachicardia ne altro. non so più davvero che cosa fare la mancanza d'aria si è attenuata molto da quando non vado più a scuola prima ce l'avevo dalla mattina alla sera invece adesso mi arriva poche volte alla settimana ma sempre quando faccio attività fisica eppure l'ecg sotto sforzo non ha rilevato alcuna anomalia contando anche che il dottore mi ha fatto spingere al massimo dulla ciclette. secondo lei questa aritmia sinusale che è venuta fuori da poco tempo può essere dovuta a un fattore ansiogeno? il medico del ps ha detto che nei ragazzi è molto comune ma che comunque non comporta alcun rischio e posso fare qualsiasi tipo di sport
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' così. Se la tachicardia riferita è stata documentata al PS ed è risultata sinusale, non si tratta di un'aritmia, ma di una normale accelerazione del battito che può essere precipitata dall'ansia. L'aritmia sinusale in assenza dell'accelerazione del battito è una cosa differente e non è neanche questa un'aritmia (in genere si manifesta in conseguenza delle modifiche degli attiti respiratori). Infine per escludere definitivamente cause cardiache responsabili della "mancanza d'aria" durante sforzo potrebbe essere di aiuto un Ecocardiogramma.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 997XXX

Iscritto dal 2009
mi scusi dottore ho sbagliato a scrivere in realtà io ho fatto proprio l'ecocardio gramma e non l'ecocolor doppler. e anche in questo esame è risultato tutto perfetto. a questo punto provo a parlarne con il mio medico magari intraprendendo una cura per questa ansia