Utente 585XXX
Buongiorno,
vorrei se possibile chiedere delle informazioni riguardo il tumore diagnosticato alla mia mamma (62 anni)(chiedo anche scusa se i termini che userò non saranno giusti).
E' stata operata a metà dicembre 2007 all'intestino per togliere un grosso polipo trovato con la colonscopia nel colon destro (nel cieco).
L'operazione è andata molto bene dato che i medici mi hanno riferito che sono riusciti a eliminare completamente la massa tumorale.
Dall'esame istologico visto dall'oncologo è risultato che lo stadio del tumore è: T3 N0 M0 G4.
E' stato consigliato di fare delle chemioterapie per precauzione dato che il suo grado di prolificazione e' maggiore del 90% ( vuol dire G4 ?)
Dovrà farne un ciclo per una settimana e poi una pausa di 3 settimane il tutto per sei mesi.
Vorrei sapere se secondo voi la mia mamma può guarire completamente da questa malattia dopo le terapie o se con questa stadiazione c'è una parcentuale di probabilità di recidiva o di metastasi ad altri organi. So che il destino di una persona non è dettato dalle statistiche, ma vorrei solo capire se a questo punto ci sono più speranze positive che negative per il futuro.
P.S. Tutti i medici che ci stanno aiutando sono ottime persone, ma questa domanda non la posso a loro formulare perchè con me è sempre presente la mia mamma e non vorrei ferire il suo ottimismo e la sua forza di volontà che ha dimostrato da subito.
Ringrazio per la vostra attenzione e saluto cordialmente.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Anche se il grading (G4) non è eccellente e rende più alto il rischio di recidiva, il T3N0 di solito, ha una discreta prognosi; il trattamento adiuvante in tali condizioni è consigliato (sarei curioso di sapere che tipo di terapia le hanno proposto), poichè abbassa la soglia di rischio di ripresa di malattia.
[#2] dopo  
58564

dal 2008
GRAZIE INFINITE per avermi risposto così velocemente. Domani recupero il nome della terapia che le è stata prescritta dal nostro oncologo.
[#3] dopo  
58564

dal 2008
Purtroppo dalla prescrizione scritta a mano dal dottore non riesco a comprendere il nome esatto della terapia:1° ciclo a titolo adiuvante con "flourolati" ma non credo che sia proprio così. Quando abbiamo avuto il colloquio ricordo bene che la definifa con una sigla ben diversa.Quando la prossima settimana ricomincia chiederò di persona al dottore il nome esatto.Vorrei comunque chiederle se quando la malattia è recidiva si può combattere nuovamente come la prima volta o è più difficile da curare.Grazie ancora per la sua attenzione.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Mi sorge un dubbio: non è che per caso la terapia è il Mayo clinic?
un consiglio? siamo a marzo 2008... non vada avanti nel tempo, si rischia di fondere cerebralmente.
Viva la vita quotidianamente e come unica nozione Le dico che rispetto a 10 anni fà (e non sono tantissimi) abbiamo molti farmaci in più per combattere questa patologia.
[#5] dopo  
58564

dal 2008
Grazie ancora dott. D'angelo per avermi risposto: credo proprio che lei abbia ragione.....forse perchè troppo coinvolta sentimentalmente con mia mamma sto andando fuori strada......lei per prima mi ha insegnato a vivere serenamente ogni istante della vita pur avendo già vissuta l'esperienza di tumore con mio papà .....comunque riguardo alla terapia mi è venuto in mente che il nostro oncologo la chiamava forse con la sigla "FUFA"....
Grazie infinite per le informazioni e grazie a lei e a tutti i suoi colleghi che donano parte del proprio tempo in questo valido sito.
Cordialmente Silvia.