Utente 644XXX
Gentili Dottori,

Riassumo senza dilungarmi in due righe,qual'è il mio trascorso, effettuai una terapia contro l'alopecia androgenetica,per 5 mesi con propecia(interrotta 5 anni fa),e per 4 anni con minoxidil 5% topico (interrotto 7 mesi fa).

Partendo dal presupposto che secondo me entrambi,influivano sulla qualità delle mie erezioni..ora mi trovo a combattere anche con l'ansia da prestazione che questi farmaci mi hanno in qualche modo indotto,dato che non mi sento piu sicuro delle mie erezioni. Per questo sto già andando da uno psicologo. E prima sono passato anche dall'andrologo-urologo che con tutti gli esami di rito (ormonali,vascolari) mi ha escluso patologie organiche.Tranne trovarmi un marcato ipertono adrenergico,appunto.

Mi serve qualcosa che mi dia tranquillità psicologicamente.Perciò ho da porvi le seguenti domande..

1) Nelle giornate in cui mi convinco di non aver problemi organici,la notte sono pieno di erezioni spontanee,mi sveglio avvertendole piene e durature,mentre nei giorni in cui sono angosciato dal problema,non ho erezioni spontanee..L'ansia e l'ipertono adrenergico,incidono anche su queste erezioni?

2) queste erezioni spontanee,nei giorni di tranquillità,escludono senza ombra di dubbio,patologie organiche,ormonali?

Grazie Mille per L'Attenzione e Buona Domenica

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

Si e' gia' fatto la diagnosi da solo, infatti l'ansia gioca un ruolo fondamentale ed attiva un circuito che le provoca una vasocostrizione, mentre nei giorni in cui e' sereno tutto cio' non succede. Che dire? Continui nelle terapie psicosessulogiche e abbia un poco di pazienza e vedra' che col temppo proggressivamente le cose cambieranno e lei prendera' sempre piu' fiducia in se stesso.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 644XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Mille Dottore,per la celere e precisa risposta.

Quei,farmaci non possono influire,sulle mie erezioni attuali,vero? (è solo il simpatico,iperattivo ad influire?)


Grazie Ancora


[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Esatto e stia tranquillo.

[#4] dopo  
Utente 644XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore,

il fatto è che con gli anni,sono diventato un dottore farmacista,e studiandomi la farmacodinamica del farmaco,lo considero molto dannoso,in quanto va a bloccare la forma attiva del testosterone.In più Leggendo le varie testimonianze degli utenti,nei vari blog,ci si spaventa a morte..

Non è facile uscire da questo tunnel,mi creda. In cuor mio,so che è solo una cosa psicologica,in quanto non faccio altro che pensarci,e la mattina mi sveglio con un'ansia insostenibile.

Per ora non sto prendendo in considerazione,di assumere benzodiazepine,(perchè troppo impegnativi e comunque con possibili effetti collaterali sulla sfera sessuale)

Negli ultimi 5 o 6 mesi,nei periodi di calma(brevi),ho avuto delle erezioni notturne talmente forti e prolungate,da sentire dolore. Io credo che devo lavorare psicologicamente su questo fatto,queste devono togliermi dalla mente di aver problemi organici,vero? è così?

La ringrazio per la sua attenzione,e spero comprenderà il mio stato leggermente paranoico...

Cari Saluti

[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Continui nelle sedute psicologiche ed abbia pazienza che i risultati non tarderanno ad arrivare.

Cordialita'
[#6] dopo  
Utente 644XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore,

Mi scusi se torno a disturbarla,lo psicologo mi dice che vincerò la mia battaglia,quando riuscirò a non mettere più alla prova il mio corpo.. E tutto ciò è assolutamente condivisibile..

Sto andando per gradi..in questo periodo purtroppo mi faccio ancora delle domande un pò ansiose,e vorrei porle questo quesito anche a lei:

Ad esempio stamattina,mi sono svegliato nel mezzo di un sogno erotico,ed avevo un'erezione piena,poi però appena me ne accorgo di averla,ho una rapida detumescenza ,questo vuol dire che appena prendo coscienza mi si attiva il simpatico? con liberazione di adrenalina e altri mediatori,con azione vasocostrittrice?

Se sono in dormiveglia,le erezioni notturne,le sento piene e durature..ma appena prendo bene coscienza..boom detumescenza..

Non mi capita da anni di arrivare al bagno per urinare con l'erezione..la detumescenza appena sono cosciente è rapidissima.

Grazie per l'ascolto

cari saluti
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Rientra tutto nella norma, erezioni durante la fase del sonno REM e al risveglio detumescenza, non si allarmi per niente e continui le sue sedute.

Cordialità
[#8] dopo  
Utente 644XXX

Iscritto dal 2008
Grazie