Utente 570XXX
Sono una ragazza di 28 anni affetta da quella che definisco una strana acne..
non ho mai avuto problemi nella mia adolescenza, poi intorno ai 20 anni ho cominciato ad avere queste manifestazioni orripilanti e dolorose in genere sulla schiena o sotto le orecchie.
ho cercato di descriverle ai vari dermatologi, ma non ho mai ottenuto una risposta soddisfacente.
ecco di seguito la perfetta descrizione delle mie pustole che ho trovato su internet:
Acne nodulare e flemmonosa: in presenza di fenomeni infiammatori perifollicolari particolarmente intensi, estesi e profondi si assiste alla formazione di lesioni nodulari particolarmente dolenti di colorito rosso-violaceo, tese a cui segue un rammollimento centrale. Tali lesioni possono andare incontro a riassorbimento o fistolizzarsi dando esito a materiale puruloide caseoso e maleodorante. Il processo può estendersi e confluire in ampie placche fluttuanti. Le zone più frequentemente coinvolte sono il collo e le zone sottomandibolari.
C'e' una soluzione? e' legato all'alimentazione? prodotti consigliabili?
grazie per l'aiuto..
ho anche un'altra domanda che non c'entra nulla con l'acne e non so con la dermatologia, ma non saprei cmq come classificare il problema:
sa quelle piccole scosse elettriche che si prendono ogni tanto toccando un'altra persona o lo sportello della macchina o non so che altro? Be', negli ultimi mesi le prendo continuamente toccando praticamente qualunque cosa (porte, finestre, persone..) e la cosa sta diventando irritante! puo' esserci qualche ragione scatenante?
grazie per l'aiuto
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Gentile paziente,
ma che cosa c'entra l'alimentazione con l'acne? perchè tutti i pazienti, qualunque cosa succeda riferiscono tutto al cibo? Solo perchè una genìa di persone parla di ridicole intolleranze o c'è sotto qualcosa di più inconscio?
Agli psichiatri l'ardua sentenza!
La sua acne, sembrerebbe proprio tale, va invwe3ce esaminata con serietà e serenità das un buon dermatologo che valuti se ci può (essere un influsso di tipo ormonale (sospensione pillola, per esempio) aiutandosi anche con una consulenxza di un ginecologo che si occupi di endocrinologia. Peraltro la scuola palermitana è molto quotata in questo campo.
Ci tenga informati

Caris saluti

DR. Mocci
[#2] dopo  
Utente 570XXX

Iscritto dal 2008
Be', se fa una ricerca sull'acne su internet, trovera' molti siti che dicono che un'alimentazione squilibrata puo' avere delle conseguenze negative sulla pelle. Molti dicono di evitare zuccheri e farinacei e non ricordo che altro..
consapevole del fatto che internet non e' la bocca della verita' chiedevo conferma.. e se lei mi dice che non c'entra niente e posso felicemente continuare a mangiare tutto, che ben venga!

Riguardo la possibile origine ormonale del problema, io sono una paziente fissa dei ginecologi per problemi legati a cisti ovariche prima (sono stata operata qualche anno fa) e per una fantomatica infezione da HPV (alla fine rivelatasi inesistente) dopo, ma la connessione fra i due problemi (e quindi la soluzione all'acne) non mi e' mai stata data.
se lei puo' indicarmi un rappresentante della scuola palermitana sarei ben felice di andare per una visita, anche se temo che per motivi legali non siate autorizzati a dare questo tipo di informazioni..
se poi mi puo' indicare qualcuno a londra (magari essendo all'estero il problema legale non si pone piu'?) dove risiedo, anche, meglio!
grazie
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

il suo problema, da ciò che riferisce (acne flemmonosa) è piuttosto serio, seppure nell'ambito della benignità:

come ha potuto immaginare, da tal sede ci è impossibile inviare consigli su terapie né tantomeno su Colleghi: quest'ultimo cosa non è consentita e la prima oltre a questo e del tutto infruttuosa.

pertanto, le valga conoscere che anche la sua ACNE può e deve essere ben curata: ad oggi esistono farmaci in gradi di influire in maniera definitiva su questo processo, che purtroppo può esitare - se non trattato con tempestività - in esiti cicatriziali importanti.

Non esiti ancora a determinarsi con un Dermatologo (a Palermo ne troverà di bravi, così come a Londra) per impostare immediatamente la terapia farmacologica specifica.

ci tenga pure aggiornati se vorrà.

carissimi saluti