Utente 183XXX
Salve, tra un pò dovrei sottopormi a puliziadentale e successivamente dapprima a otturazioni di qualche carie e successivamente ad estrazione di due denti del giudizio inferiori (per cui mi hanno detto che normalmente c'è parecchio sanguinamento). Io per un puro controllo l'anno scorso feci un ecocardiogramma per sapere se nella vita devo o no fare la profilassi antibiotica prima delle operazioni odontoiatriche più cruente (tra l'altro credo di essere leggermente allergico alla penicillina, quindi Zimox, Augmentin, Clavulin, ecc). Ora vi riporto per intero il referto dell'ecocardiogramma: "Ventricolo sinistro di normali dimensioni e spessori parete. Atrio sinistro normale e sezioni destre nei limiti. Non anoomalie della cinetica segmentaria con funzione globale conservata (FE 60%). Radice aortica nei limiti. Semilunari normali con conservata apertura, non rigurgito. Normale motilità dei lembi mitralici, insufficienza minima di nessun significato emodinamico. Lieve rigurgito tricuspidalico con gradiente Vdx Avx 15 mm Hg. Vena cava inferiore e di normali dimensioni con conservate escursioni respiratorie (PAPS stimata 20 mm Hg). Indice della fase diastolica normali. Pericardio indenne.
Buon compenso emodinamico. Normali reperti ecocardiografici. Non necessaria profilassi per manovre rischio batteriemia".

Domande (pregherei gentilmente a risposte punto per punto):

1) concordate con il cardiologo del referto che non mi è mai in nessun caso necessaria la profilassi antibiotica dal dentista, pur essendo riportata " un'insufficienza minima mitrale di nessun significato emodinamico ed un lieve rigurgito tricuspidalico" ?
2) Posso star tranquillo pur avendo diverse piccole carie e dente del giudizio incluso (quindi forse magari maggior rischio di batteriemia)?
3) L'eventuale non necessità di profilassi vale per tutto ovvero sia per le estrazioni, che per la pulizia dentale cruenta, che per le semplici otturazioni?
4) Chi fà la profilassi con Klacid perchè allergico alla penicillina con che schema la fà comunque (tipo: 1 cpr 1 ora prima della procedura basta?.. da quanti mg la cpr?..)?
5) Nel mio caso un ecocardiogramma ogni 2-3 anni è da fare come per quelli che hanno insufficienze valvolari marcati o no? Perchè lui onestamente non mi ha detto nulla di rifare controlli tra del tempo per vedere se la situazione è invariata.

Grazie delle risposte che mi darete. Almeno avrò dei pareri di raffronto o conferma di quanto mi ha detto il cardiologo che mi ha visitato, per una mia maggiore tranquillità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Allora:
1) concordo
2) Può star tranquilllo
3) Si, è così
4) non è il suo caso, quindi le confermo che non ha necessità di profilassi
5) E' consigliabile eseguire dei controlli ecocardiografici, ma non con frequenza
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille Dott. Rillo. Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
Ah dimenticavo una cosa Dott. Rillo. Da tantissimi anni soffro di emorroidi di primo grado quando vado in bagno. Quella è una possibile porta d'entrata per endocarditi o è molto difficile?
[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non c'è alcuna relazione tra fenomeni emorroidari e endocardite batterica. Stia tranquillo
[#5] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille, è stato molto gentile e rassicurante Dott. Rillo. Cordiali saluti.