Utente 160XXX
Buonasera,
ho 20 anni ed è praticamente da sempre che posseggo glande arrossato e molto secco, caratteristiche che si accentuano dopo aver praticato dei preliminari senza lubrificante. Una volta durante una visita lo segnalai al dermatologo, che però si dimenticò di fare una diagnosi (ero lì per delle verruche da bruciare con laser). So che dovrei andare a visita, e sinceramente vorrei sapere la natura di questi problemi ma mi provoca imbarazzo il fatto che il mio pene, quando è flaccido e sono agitato, si accorcia fino a 3-4 cm anche se in erezione arrivo tranquillamente ai 14 cm. Cosa potrebbe causare secchezza e arrossamento (li ho fin da bambino)? In più vorrei sapere, sul glande possono essere applicate le normali creme idratanti per il corpo oppure si tratta di un tipo di epitelio particolare che potrebbe essere danneggiato da questi trattamenti?

P.s. ultimamente ho avuto qualche dolore alla prostata eiaculando. Mi sono rivolto al mio medico di base riferendogli il problema. Io credevo che il dolore fosse dovuto allo sforzo, perchè siccome soffro di eiaculazione precoce quando eiaculo tendo a riprendere il rapporto dopo pochi minuti, ma il dottore mi ha prescritto un farmaco (aranda 500mg) per una probabile prostatite + esame ecografico. Siccome però sono in periodo d’esami e occasionalmente bevo la redbull per tenermi sveglio, non ho ancora iniziato la cura temendo possibili effetti tra la bevanda e i medicinali. Secondo voi posso iniziare la cura o devo smettere di prendere la redbull?

So che sono molte domande, ma spero di ricevere una risposta a tutti e tre i quesiti (in particolare quello in relazione alle creme). Grazie in anticipo per la disponibilità.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Direi che lei possa accomunare i 2 problemi (le bibite non sono appannaggio di un consulto medico venereologico) direttamente a visita dermovenereologica, per escludere in primis un associazione fra balanopostite / balanite e prostatite o vescicolite o altre situazioni a carico delle gonadi maschili.

Ovviamente il dermovenereologo dovrà far diagnosi del problema muco-cutanea e quindi della presunta balanopostite associando o meno le altre eventualità

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta dottore.

Per quanto riguarda il problema della secchezza del glande, per attenuare il problema in attesa di una visita, posso usare creme idratanti per il corpo?

Grazie ancora