Utente 265XXX
Salve...
Sono circa due anni che combatto per un dolore ormai perenne al polso sinistro... dopo vari esami (radiografia, ecografia, risonanza, elettromiografia), mi è stato comunicato che ho due cisti, una sul dorso del polso, in linea con il dito medio più o meno, l'altra alla base del pollice, sempre dal lato del dorso. (s)fortunatamente non hanno dimensioni molto grandi, ma danno un fastidio assurdo, tanto che spesso non riesco nemmeno a tenere in mano una penna. In questi due anni ho portato tutori per diversi mesi, poi mi è stato consigliato di non indossarne, perché avrebbero potuto comprimere le cisti, senza ottenere però risultati positivi; sono stata a riposo a lungo, ma spesso e volentieri ho dovuto sforzare la mano, in quanto sono mancina. Ho consultato vari chirurghi, ognuno dei quali mi ha consigliato di fare altri accertamenti e di aspettare il corso delle cose, ma dopo ormai due anni non credo che queste cisti scompariranno da sole, di punto in bianco! Ho 19 anni e non ho intenzione di passare tutta la vita senza poter sforzare la mano, senza riuscire a tenere una forchetta in mano, senza poter minimamente piegare il polso e così via.. Non ho mai ben capito il motivo per cui non posso essere operata, ma uno dei motivi principali è dato dai tendini e dalla possibile ricomparsa di tali cisti, per cui quello che mi chiedo io.. c'è una possibilità di poter guarire definitivamente? anche perché detta a parole questa cosa sembra una stupidagine, ma nella vita di tutti i giorni mi crea non poche difficoltà...
grazie della pazienza (mi rendo conto di aver scritto parecchio)... D.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

sembra piuttosto strano che delle semplici cisti sinoviali siano responsabili di tanto fastidio.

Forse proprio per questa apparente incongruenza gli specialisti da lei consultati sono restii a procedere chirurgicamente.

Concordo anche io sul fatto di temporeggiare con un intervento chirurgico, anche considerando la mancata certezza di risolvere il problema.

Proverei a fare terapie locali, come ad esempio le infiltrazioni di farmaci antiinfiammatori.

Buona notte.
[#2] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
Grazie della risposta...
concordo con lei, ma mi domando anch'io come sia possibile che delle cose così minuscole mi creino tanto fastidio, a volte dolore vero e proprio (?!)...
In ogni caso mi ero dimenticata di dire che ho fatto anche varie sedute di tecar (non so se si scrive così), di infrarossi e di ultrasuoni, che mi hanno risolto il problema, ma solo per qualche settimana, al massimo un mese o due.. ho provato (sempre sotto consiglio di medici o fisioterapisti) vari cerotti (credo antinfiammatori) che mi hanno aiutata a superare il periodo degli esami di maturità (durante il quale ho dovuto scrivere parecchio)...
Conosco gente che ha avuto il mio stesso problema, con cisti molto più visibili delle mie (io sinceramente devo ancora sentirle/vederle per quanto sono piccole), che non sentiva lo stesso fastidio... in ogni caso grazie mille del consiglio :D:D ne terrò sicuramente conto :D
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ma per questo le dicevo che sono poco propenso a credere che queste piccole cisti siano resonsabili dei suoi fastidi.

Molto probabilmente le due cose non sono collegate tra loro.

Prenda seriamente in considerazione l'ipotesi delle infiltrazioni.