Utente 582XXX
Ho circa 70 anni.Il mio pene non diventa duro completamente, si inclina leggermente a sinistra ed il glande non e' duro.Ad una sollecitazione visiva di scene di nudo femminile non corrisponde una risposta con erezione del pene.Dopo qualche minuto si gonfia e solo dopo mie sollecitazioni si indurisce ma non totalmente o,quantomeno, non credo a sufficienza per una penetrazione vaginale.Questo anche dopo somministrazuione di cialis.Son andato a visita urologica e mi ha prescritto: 1_Cialis 20mg tre volte alla settimana, 2_ esami del sangue.3_ecocolordoppler dinamico del pene. Risultati esami sangue: 1_glucosio = 80mg/dl
2_Hb glicosilata(HbA1c) : 5,7%. 38mmol/mol
3_testosterone : 7,97 ng/mol
4_testosterone libero 12,7 pg/mol
5_LH : 5,0 mUl/ml
6_FSH : 8,5 mUl/ml
7_prolattina . 3,7 ng/ml
Risultato ecocolordoppler con iniezione 10mcg di caverject: "La velocimetria delle aa.cc. dimostra valori ai limiti inferiori della norma, con decorso visibile delle arterie lungo l'asta eccetto che per il tratto distale del coprpo di sinistra ove la vascolarizzazione profonda sembra attenuarsi rispetto alla controlaterale; fase di detumescenza a 10 min . dalla iniezione.Poiche' mi hanno prenotato la visita il 2 febbraio 2013 e sono un po in absia per capire cosa mi succede, vorrei sapere se con queste analisi si puo' dire qualcosa.In sostanza io il desideriodi sesso l'avrei ,ma il pene non risponde alle sollecitazioni visive e di contatto, come se dal cervello partisse un comando senza risposta da parte del pene.Solo con sollecitazioni manuali si allunga ,ma non e' completamente duro e non tiene l'erezione come descritto all'inizio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il quadro metabolico generale,per quanto riguarda il metabolismo glicidico è buono.Non ci offre notizie circa il quadro lipidico (colesterolo,trigliceridi etc.) e pressorio.I dosaggi ormonali sono nella norma ma la prostata?ed il PSA?El il quadro epatico?L'afflusso ematico al pene è insufficiente,così come la risposta al tadalafil e la qualità delle erezioni spontanee.A questo punto,un esperto andrologo potrà mettere insieme i dati e porre una diagnosi rigorosa,con una prognosi ed una terapia idonea.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 582XXX

Iscritto dal 2008
Egr:dr la ringrazio della risposta ed alla sua osservazione per l'incompletezza dei dati aggiungo i seguenti:1_colesterolo 187 mg/dl 2_colesterolo HDL 52mg/dl 3_creatinina : 1,24 mg/dl 4_Vel. filtr. Glomerulare(eGFR) 58 ml/min
5_ALT : 18 U/l 6_GGT : 23 U7l .La mia pressione arteriosa varia tra i 100 ed i 110.Per il PSA ho un dato del dicembre 2010 = 0,78 ng/ml ed anche per i trigliceridi a dicembre 2010 = 163 mg/dl:Per la prostata ad una visita dell'agosto 2011 fu giudicata dall'urologo "ingrossata ma priva di noduli".Posso affermare che non urino spesso e non ho dolore nell'urinare:I dati delle analisi sembrano tutti normali come anche lei sottolinea,ma il disturbo c'e' ed e' conclamato.L'afflusso ematico e' insufficiente, come riportato nel risultato dell'ecocolordoppler e da lei sottolineato, Puo' solo questo determinare la disfunzione erettile e la mancanza di eccitazione con consegunte erezione, da me lamentata.Le sarei grato se potesse rispondere a questa mia domanda.E' possibile sapere ancha se ci sono terapie ed ,eventualmente;quali per il mio caso, cosi' rappresentato.La ringrazio anticipatamente ed invio cordiali saluti,
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...prescinderei dagli aspetti psicogeni,scontati a qualsiesi età e condizioni fisiche,e mi concentrerei sul dato vascolare che,data la natura del meccanismo erettile,nel Suo caso merita un approccio diagnostico terapeutico più approfondito che solo lo specialista di riferimento reale può garantirLe,favorito dal fatto che può visitarLa.Cordialità.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

l'erezione del pene è il risultato di una complessa attività vascolare che richiede di avere arterie e vene capaci di dilatarsi e restringersi in seguito a stimoli che provengono dal cervello.
Dopo i 50 anni le arterie e le vene possono perdere tale capacità. Se poi si presenta un incurvamento del pene in erezione, frutto probabilmente di una Induratio Penis Plastica il sospetto di un non buona vascolarizzazione viene rafforzato.( fenomeno documentato dall'ecodoppler effettuato)
In questi casi abbiamo a disposizione farmaci vasodilatatori (Viagra, Cialis, Levitra) che assunti prima di un arpporto sessuale potrebbero indurre una vasodilatazione buona efficace, superiore a quella ottenibile normalmente tanto da avere una erezione accettabile-buona e dei rapporti sessuali validi.
Qauche volta le compresse non bastano ed allora bisognerebbe valutare la possibilità di utilizzare le iniezioni intracevernose di PGE1 che possono dare una buona rigidità del pne in alta percentuale di casi.
Moltissimi maschi sono soddisfatti dell'uso delle iniezioni intracavernose.
In casi che non rispondano nemmeno alle iniezioni si può pensare alla chirurgia protesica
come vede le soluzioni, oggi, ci sono
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 582XXX

Iscritto dal 2008
gentili dottori, ringrazio per la cortese risposta,Quella del dr. Izzo mi aveva fatto ben sperare che ci fossero altre cause indagabili a riguardo della scarsa vascolarizzazione ed eventuai terapie allo scopo.Infatti il dottore Izzo parla di "un approccio diagnostico terapeutico piu' approfondito" dopo aver scritto "mi concentrerei sul dato vascolare" ,ma adesso la risposta del dottor Pozza, mi fa perdere ogni speranza.Infatti io ho scritto che' sto gia' usando il cialis 20 mg.Ieri sera alle 2 di notte (avevo preso il cialis 20mg alle 14 circa) mi sono masturbato di nuovo , per verificare, e l'erezione non e' completa.Il pene si gonfia e si allunaga ma alla base in particolare a sinistra sembra che non si regga ed il glande non e' gonfio, non tanto da poter effettuare un penetrazione.Quando il medico mi ha iniettato il caverject per l'ecocolordoppler il pene si e' gonfiato ed indurito, ma anche con l'iniezione l'erezione non era totale.Questa mattina mi sono svegliato con il pene indurito ed allungato , ma non stava su in erezione.Inoltre, come dice il dottor Izzo mi manca un "erezione spontanea".Io vorrei fare sesso , ma alle sollecitazioni visive non corrisponde una reazione del pene che si gonfi spontaneamente.Come se dal cervello partisse, almeno credo, perche' lo desidero, un comando che non giunge al pene in modo da farlo reagire inturgidendosi,La risposta del dottor Pozza mi sembra che porti solo alla soluzione di una protesi, dopo il successo solo parziale del cialis 20mg mentre quella del dottor Izzo mi sembrava aprisse a nuovi esami daignostici.Potrei sapere quali altri esami potrei fare.Mi scuso , spero di non aver capito male io.Volevo aggiungere che ho gia' preso circa due scatole di sargenor e, di mia iniziativa , sto prendendo una pillola di ephynal (vitamna E) 300mg al giorno, per aiutare o prevenire fibrosi o indurimenti del pene.Ringrazio ancora per le cortesi risposte ed invio cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...eviti iniziative personali e non estrapoli ,dalle risposte ricevute,conclusioni che non sono le nostre.La masturbazione a ...fini diagnostici,non è significativa di un disagio sessuale.Ribadisco la necessità di riverificare la diagnostica vascolare,magari ripetendo con diversa posologia l'ecocolordoppler dopo FIC di PGE1 a dosaggi più alti e,successivamente ,ricorrere ad un Rigiscan test.Ne parli con lo specialista di riferimento,anche se i tempi di prenotazione mi sembrano...biblici.Cordialità.