Login | Registrati | Recupera password
0/0

Anelli fallici e aumento circonferenza nel lungo periodo com'è possibile ?

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2006

    Anelli fallici e aumento circonferenza nel lungo periodo com'è possibile ?

    Un mio caro amico da molto tempo usa degli anelli fallici medicali non quelli che si trovano nei pornoshop.
    Per correttezza non dico la marca.
    Peró a sentire quello che dice già dalle prime volte che gli usava aveva notato un'erezione esplosiva con una maggiore pressione sanguinea dovuta al ridotto deflusso indotto dall'anello e un'aumento circonferenziale del membro.
    Inizialmente dice che l'aumento di dimensioni era solo temporaneo e con l'anello indossato.
    A lungo andare usandoli con costanza giura di aver aumentato la sua circonferenza.
    Non ha mai effettuato misurazioni pero prima riusciva tranquillamente a chiudere il pene toccando pollice e indice ora ci riesce a fatica.
    Ha sempre usato anelli medicali più che per un'effettiva impotenza di cui non soffriva per l'effetto allargante che gli conferiva l'anello.
    Dice che non ha mai superato la mezzora di fila come consigliato dai medici e non ha mai riscontrato spiacevoli effetti collaterali anzi lui sostiene di aver migliorato l'erezione anche senza anello soprattutto in prossimità del Glande più pieno e gonfio dice.

    Cosa ne pensate è possibile una cosa del genere?
    Se si usano anelli medicali fatti di silicone o comunque materiali elastici senza superare i 30 minuti non si va incontro a danni?



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 215 Medico specialista in: Urologia
    Endocrinologia
    Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2011
    Caro utente, come si dice, il mondo è bello perchè è vario. Ognuno può utilizzare gli anelli fallici o elastici di varia foggia come vuole, ma è opportuno comprendere che da questi usi e costumi la medicina è piuttosto critico e distante, perchè tali pratiche possono comportare danni. Non chieda quindi per quanto tempo si possono mantenere tali dispositivi senza danno, perchè è un pò come chiedere "per quanto tempo posso rimanere impiccato prima di morire". La medicina è ovviamente molto critica e alquanto distante da tali artifici quindi li sconsiglia tout court.
    Capisco che possa essere difficile capire le ragioni di questa risposta, visto che nel WEB si possono trovare facilmente pareri di medici che - al contrario - magnificano il penile enlargement come un obiettivo da perseguire in quanto migliorerebbe la qualità della vita (QoL), ma personalmente credo che la medicina abbia scopi più esaltanti e il professionista ha la responsabilità di non uscire dal seminato. Cordiali saluti


    Dr. Enrico Conti
    Specialista in Urologia, Andrologia e Chirurgia generale
    www.andrologiapertutti.com

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2006
    Capisco la sua perplessita nell'uso di tali tecniche rispetto soprattutto ai rischi connessi.
    Io sono totalmente d'accordo con lei tutto ció che è pericoloso andrebbe evitato.
    Ma io nom mi riferivo a mirabolanti tecniche con pompaggi estensori stiramenti che se eseguite male possono arrecare seri danni...
    Neanche all'utilizzo di anelli da pornoshop fatti in chissà quali materiali o peggio se di metallo che spesso portano dritti al pronto soccorso.
    Io mi riferivo ad anelli medicali per potenziare l'erezione.
    Anelli stringenti ma comunque elastici che secondo la comunità scientifica non dovrebbero recare alcun danno se utilizzati per un tempo inferiore ai 30 minuti.Considerata una finestra temporale che garantirebbe la sicurezza.
    Poi di sicuro non c'è niente per carità peró insomma non penso che si possa paragonare quest'utilizzo a le svariate tecniche di penis enlargement in quanto a rischiosità.
    Io personalmente ho usato uno di questi anelli temporaneamente avevo il pene più tonico e pieno anche dopo aver rimosso l'anello mantenendo una buona erezione.Non ho sperimentato variazioni di colore del pene o anomalie di alcun tipo tipo intorpidimenti e quant'altro.Non ho superato i 20 minuti quindi al di sotto dei 30 consigliati penso di aver agito in sicurezza.O sbaglio?

    La cosa che mi interessava sapere se è effettivamente possibile teoricamente ció che dice il mio amico dopo un'uso prolungato nel tempo di questi anelli.
    Ovvero se puó esserci una spiegazione per la quale una supee erezione oggi una super erezione domani possano veramente allargare permanentemente l'organo.
    Puó essere che alla lunga il pene si adatti a una maggiore capienza?
    È una cosa sorprendente per un andrologo o è comprensibile?



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 215 Medico specialista in: Urologia
    Endocrinologia
    Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2011
    Le rispondo in termini sintetici: Ho capito che Lei si riferisce agli anelli medicali (quelli che fanno da complemento ai vacuum devices probabilmente), ma le confermo che ogni applicazione di dispositivi sui genitali , sia pure medicali, al di fuori di un contesto medico, non è argomento che riguarda l' andrologia ed esula da considerazioni di tipo medico, che al massimo possono essere limitate al mettere in guardia da possibili danni.
    Per quanto riguarda l'accrescimento diametrale del pene riportato dal Suo conoscente, non saprei proprio che dire oltre al fatto che non è mai stato dimostrata la possibilità di crescita dell'organo... da ingorgo venoso passivo. Ancora cordiali saluti


    Dr. Enrico Conti
    Specialista in Urologia, Andrologia e Chirurgia generale
    www.andrologiapertutti.com

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2006
    Allora ho cercato di approfondire abbastanza in merito al Penis Enlargement.

    E non ho potuto fare a meno di notare che ci sono centinaia di migliaia di persone che si scambiano info ed esperienze su forum tematici.
    La cosa incredibile è che molte di queste persone sostiene di aver ottenuto dei risultati nel tempo.
    Oltretutto non c'é nessun scopo di lucro ma solo uno scambio gratuito d'informazioni.C'è chi con la pompa a vuoto chi con eserrcizi manuali che con fascette stringenti o anelli tentano di aumentare la pressione originale del pene comportando una maggiore espansione momentanea che a lungo andarw diventerebbe permanente.
    È chiaro che se praticate all'estremo e senza cautela sono tecniche pericolosissime ma i risultato sembrano darli.
    Non si parla di 3 cm in 2 settimane ma magari in un'anno e mezzo sì...

    Mi creda sono veramente tanti a sostenere risultati e non avrebbero motivo di mentire in quanto non stanno vendendo niente...
    Veramente paradossale questa situazione con una parte della comunità scientifica che non riconosce pratiche di penis enlargement ad esclusione della chirurgia e la maggiorparte di chi ha perseverato con giura risultati lenti ma risultati.

    Ho cercato per esempio sulla rete anche articolo scentifichi sulla pompa a vuoto che poteva dare un parametro più oggetivo rispetto ad altre tecniche più difficilmente misurabili.

    Legga quà 2 minuti è in inglese:

    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/16536772/

    In sostanza si dice che è stato studiato l'applicativo del vacuum device per verificare la sua efficacia riguardo all'aumento dimensionale con conclusioni negative.

    I partecipanti erano tutti con pene inferiore ai 10 cm e dopo 6 mesi tre volte alla settimana per venti minuti al giorno in media l'aumento è stato da 7,6 a 7,9 cm che nell'articolo rigorosamente medico scientifico descrivono come non significativo.
    In realtà 0,3 cm su 7,6 cm se la matematica non è un'opinione stiamo parlando di un 4% abbondante...

    Come spiega tutto questo? Perchè non viene approfondita maggiormente la questione sull'aumento delle dimensioni dalla comunità andrologica?
    Magari seguendo i propri pazienti consigliandoli nelle tecniche supervisionandoli in modo che pratichino certe metodologie in tutta sicurezza che l'improvvisazione se non si è prudenti non puó garantire sfociando in alcuni casi in danni irreversibili.







  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 215 Medico specialista in: Urologia
    Endocrinologia
    Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2011
    Perchè secondo la mia personale opinione l'argomento dimensioni pene è defatigante, noioso, ascientifico, amedico e fuorviante.
    Se vuole conoscere il mio pensiero Le allego il link di un mio scritto:

    http://www.medicitalia.it/e.conti/news/629/La-sempiterna-questione-dell

    Cordiali saluti


    Dr. Enrico Conti
    Specialista in Urologia, Andrologia e Chirurgia generale
    www.andrologiapertutti.com

  7. #7
    Indice di partecipazione al sito: 1182 Medico specialista in: Urologia

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2007
    Gentile lettore,
    in effetti la costrizione della base del pene non ha presupposti teorici nè documentazioni scientifiche di avere un qualche effetto sulle dimensioni del pene. Nel contempo lo stesso articolo da lei citato registra che l'uso del vacuum, a fronte di assenza di risultati oggettivi "provides psychological satisfaction for some men", a dire che l'impatto emotivo di questi approcci è molto pesante. Da ciò i limiti dei forum e l'importanza di studi clinici con criteri oggettivi.



    Cordialmente,
    Dott. Edoardo Pescatori
    www.andrologiapescatori.it

  8. #8
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2006
    In risposta al dottor Conti volevo dire che non sono affatto d'accordo.In quanto non c'è niente di ascientifico o amedico nel voler migliorare l'aspetto di una parte del corpo anche solo per un fattore personale e prettamente psicologico.Se così non fosse la chirurgia estetica non dovrebbe esistere.
    E poi attualmente le tecniche chirurgiche attualmente disponibili per l'ingrandimento del pene sono veramente scadenti come risultato.Ovvero si ottiengono max 1/2 cm in lunghezza tagliando il legamento sospensorio con l'impossibilità di avere un'erezione che spara all'insù e con i rischi che il risultato sparisca ritraendosi per questo motivo viene consigliato anche l'uso dell'estensore post operatorio.Un'operazione a mio avviso inutile e potenzialmente dannosa a sentire chi si è sottoposto.
    Più sicuro invece sembrerebbe l'aumento circonferenziale.Anche se il risultato finale è innaturale e goffissimo praticamente la morfologia del pene rimane la stessa solo che il tutto viene avvolto da uno strato di grasso conferendo un'aspetto molliccio anche quando il pene è in erezione.
    Ho visto che a questa tecnica si sottopongono numerosi trans e uno spogliarellista famoso per la sua circonferenza tale Mukhtar Safarov basta inserire il suo nome nel motore di ricerca e vengono fuori delle sue foto con questa specie di involtino giganete con glande sottodimensionato(in realtà pre operazione normale)
    Alla vista una cosa disgustosa al tatto posso solo immaginare sia soffice come uno strato di grasso.
    Oltretutto c'è anche qualche effetto collaterale come l'irregolare assorbimento del grasso che puó portare a delle asimmetrie e deformità.Insomma non direi grandi risultati.


    In risposta al Dottor Pescatori invece volevo prima di tutto allegare il link completo dello studio:

    http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1464-410X.2006.05992.x/ful

    Ma poi evidenziarne qui direttamente un passaggio in inglese:

    "Of the 31 men, 27 returned for follow-up at a mean (sd) of 8 (2.5) months. The mean (range) age was 24 (18–35) years. The median stretched penile length was 7.6 (6.9–9.4) cm before treatment and 7.9 (7–9.7) cm after 6 months of vacuum therapy; there was no significant difference between the length before and after treatment (P = 0.2). The efficacy of the method was 11.1% (defined as an increase of ≥ 1 cm in stretched penile length). At the follow-up the men were asked whether they were satisfied with the treatment or not, answering either ‘yes’ or ‘no’, and the patient satisfaction rate was 30%."

    Dottore mediamente sono cresciuti quasi il 5% utilizzando per 20 minuti 3 volte alla settimana la pompetta in soli 6 mesi... A me sembra anche troppo...
    Anzi nei forum sostengono che l'utilizzo della pompa non produca grandi risultati in lunghezza piuttosto alla lunga aumenti la circonferenza.Ma son tutte tecniche che non funzionano dall'oggi al domani come l'apparecchio dei denti.Per avere dei risultati ci vogliono anni...
    Soprattutto chi esagera per ottenere risultati che sono temporanei ma immediati rischia solo infortuni molto gravi...
    Riguardo la lunghezza il metodo più efficace pare essere l'estensore non di certo la pompetta.Uno studio alle molinette di torino affermava un'aumento sostanzioso della lunghezza peró zero circonferenza con effetto sfilatino(inutile direi per chi non lo ha quadrato)

    La maggiorparte dei forumisti mediamente in 3 anni afferma di passare per esempio da15 cm a 18/19 cm e da 12 cm a 14 cm di circonferenza a guardare così i numeri sembra una stupidaggine in realtà è tantissimo.
    Peró questo le dico io mediamente alcuni ottengono molto di più...

    Ad ogni modo mi lascia basito il fatto che 0,3 cm in 6 mesi su una media di 7,6 cm non vengano considerati...Se poi gli è cresciuto ai partecipanti anche in circonferenza capisco in un certo qualmodo la soddisfazione...

    Il mio amico usa sti anelli molto aderenti che costringendo immagazzinano più sangue conferendo un'erezione più grossa temporaneamente.
    Lui assicura che usandoli da anni gli si è ingrossato permanentemente e ci dai che ci dai che ci dai forse il suo pene si sarà adattato.
    Il meccanismo parrebbe quello del Clamping che nei forum di penis enlargement considerano l'esercizio di elezione per aumentare la circonferenza.

    Bhó rimango perplesso



Discussioni Simili

  1. Schiacciamento pene
    in Andrologia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 30/08/2012, 12:54
  2. Pallina pene
    in Andrologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29/08/2012, 19:01
  3. Possibili danni pene
    in Andrologia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29/08/2012, 15:31
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28/08/2012, 08:48
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04/09/2012, 08:04
ultima modifica:  14/10/2014 - 0,17        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896