Utente 266XXX
salve, nell'ottobre del 2011 ho subito un intervento in laparoscopia per l'asportazione di una ciste ovarica. il decorso post-operatorio è andato bene, ma il 3 agosto di quest'anno ho iniziato ad avere dei dolori strani all'ombelico, inviata dal mio medico al pronto soccorso per sospetta ernia ombelicale, visitata escludono l'ernia e la diagnosi è onfalite ombelicale dovuta all'intervento avvenuto a ottobre, mi prescrivono antibiotici per 10 giorni , al termine della cura dopo una settimana si ripresenta il problema, mi sveglio con l'ombelico ricoperto di liquido, questa volta mi rivolgo al medico che mi aveva operato, anche lui mi prescrive antibiotici (pomata) per altri 10 giorni. domani termino la cura, sinceramente sono preoccupata, ma il mio dubbio è come mai dopo 10 mesi ho avuto questo problema? riuscirò a risolvere e a riprendere la mia vita quotidiana visto che ho anche paura quando faccio la doccia!!!! in attesa di risposta. cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il problema della onfalite potrebbe dipendere da un punto interno (della sutura della breccia di ingresso del tubicino usato per il precedente intervento )che non si è riassorbito. Potrebbe però essere del tutto indipendente da questo, ed essere invece causato da una persistenza dell'uraco un condotto che nella vita fetale collega la vescica all'ombelico. Comunque sarà il chirurgo a valutare tale eventualità. Non deve però avere alcun timore nello svolgimento della vita normale,bagni e docce comprese. Tenga solo pulito e disinfettato l'ombelico.