Utente 266XXX
Buongiorno,
inizio dicendo che ho commesso un errore nella registrazione e sono maschio.
durante uno sfortunato rapporto con una prostituta, il secondo della mia vita, si è rotto il preservativo. Dalle sensazioni provate, credo si sia rotto subito all'inizio della penetrazione; il rapporto è stato molto breve, due-tre minuti; dopo l'eiaculazione, estraendo il pene, mi sono accorto che il glande era completamente scoperto. Ho subito esegutio abbondanti e ripetute abluzioni (persino con alcool denaturato!), ho urinato quasi subito. La donna, cinese sui 35 anni, ha cercato di farsi capire dicendomi di stare tranquillo, ma la cosa più preoccupante è quanto fosse tranquilla lei: come se non avesse nulla da perdere.
Ho una moglie splendida, che non merita i miei tradimenti e tantomeno che la infetti.
Sono a pezzi...
Quanto devo preoccuparmi?
Debbo fare la PPE?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il suo rapporto e' considerabile purtroppo ad alto rischio: le terapie PPE non sono praticabili dopo le 72 ore.

La cosa da fare a mio avviso e' quella di rivolgersi ad uno specialista venereologo che potrà visitarla, escludere MST non HIV e procedere con tests specifici per escludere ogni forma di infezione sierologica.

Son certo che troverà l'aiuto che cerca. Nel frattempo della visita consiglio astensione sessuale.

Cari saluti