Utente 266XXX
Salve, mio padre ha eseguito una Angio TC Aorta Toraco\addominale con Mdc Ev. Il responso indica un incremento del calibro dell'aorta toracica; radice aortica di calibro conservato. Dilatazione aneurismatica del tratto medio dell'aorta toracica ascendente che raggiunge calibro massimo (diam trasv) di circa 51x50mmm. Regolare l'arco aortico e l'aorta toracica discedente. Regolare decorso dell'aorta addominale con calibro luminale conservato. Regolarmente iniettati i vasi del tripode celiaco. Le arterie renali mostrano emergenza normale in sede con regolare decorso. Regolari i vasi arteriosi mesenterici. Carrefour aortico e vasi bilateralmente regolarmente iniettati.

Sebbene è robusto, ha un cuore "taurino" e pesa circa 120 kg, vorremmo sapere se è necessario che si deve operare e che tipo di operazione necessita. In tal caso se può fare una operazione endoscopica meno invasiva oppure bisogna aprire. Se ci potete indicare un centro super specializzato in italia in questo tipo di interventi.
Nell'eventualità che il Monaldi di Napoli, presso cui ha fatto gli esami, vada bene se ci potete indicare un medico di bravura riconosciuta in questo campo. Nell'attesa di una vostra celere risposta mando cordiali saluti. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le ho gia' risposto nel suo consulto postato in cardiologia
arrivederci
[#2] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Gentile signore il calibro dell'aorta è in assoluto di interesse chirurgico ovvero vi sarebbe indicazione ad intervenire. La tecnica non prevede la possibilità di eseguire l'intervento senza aprire il torace. Sarebbe meglio se il paziente riuscisse a perdere almeno 10 kg prima dell'intervento. Relativamente al Centro dove eseguire la procedura penso non vi sia che l'imbarazzo della scelta essendo un intervento di routine che tutti i centri cardiochirurgici italiani sono in grado di eseguire senza difficoltà.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Vi ringrazio vivamente per la risposta. Vorremmo aggiungere soltanto che mio padre ha un po' di diabete (tipo 1) ed è iperteso. Questo può inficiare qualcosa sulla patologia e sull'operazione?

Inoltre il fatto che ha un cuore taurino ed ha una bella corporatura ossea non è che è normale avere una aorta più grande visto che il cuore pompa più sangue e che quindi potrebbe non essere necessario operare?

Nella attesa vi ringrazio ancora per la vostra risposta e mando cordiali saluti.
Giovanni Raiano
[#4] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Le patologie associate aumentano un po' il rischio chirurgico. Per quanto riguarda il cuore taurino questo non rappresenta un elemento fisiologico ma patologico evidente segno di una cardiopatia ipertensiva probabilmente responsabile della dilatazione Aortica. A mio parere è indicato che faccia una visita cardiochirurgica per avere una valutazione di persona.