Utente 270XXX
Buongiorno a tutti
Ho 40 anni e una probabile prostatite non batterica (prostatodinia ?). Ho effettuato più di 2 volte urinocoltura e spermiocoltura ma nessun germe è stato isolato. Lamento senso di pesantezza nella zona perianale con qualche rara fitta di tanto in tanto. A volte minima dolenzia ai testicoli.
Già anni fa mi capitò un problema simile e lo curai per 6 mesi con antibiotici e antinfiammatori (ma allora avevo una infezione da entorococco nello sperma).
Ora la mia domanda è questa. Purtroppo, anche se la cosa non mi convince, sono in terapia da un anno con il Sintrom in quanto soffro di fibrillazione atriale senza causa apparente. Non sono iperteso, non ho malattie cardiache, nè colesterolo. Tengo un INR tra 1,8 e 2,2. Come ben sapete questi farmaci anticoagulanti interagiscono spesso con altri farmaci.
A questo punto la mia domanda è questa: SAPRESTE CONSIGLIARMI QUALI FARMACI PRENDERE PER CURARE QUESTA INFIAMMAZIONE ?
Purtroppo i medici ai quali ho chiesto questa cosa si sono sempre mostrati un po' vaghi e non preparati sull'argomento.
Attendo fiducioso una vostra risposta. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 2703,

non esistono particolari controindicazioni tra il sintrom ed altri farmaci.
E' chiaro che una terapia può essere consigliata solo da chi ha potuto visitare ed analizzare il paziente e la malattia
si faccia visitare da un medico competente
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
premesso che sono d'accordo con quanto rispostoLe dal collega ,ammesso che sia giusta la diagnosi di prostatite,
i farmaci terapeutici usati sono gli antininfiammatori no-fans.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
la terapia anticoagulante in un paziente con fibrillazione atriale è una terapia direi quasi salva-vita. La fibrilalzione atriale è infatti una patologia emboligena per antonomasia: Lei non può e non dovrebbe sospendere la terapia di profilassi embolica a base di Sintrom. Detto questo, e la cosa Le assicuro non merita tentennamenti, non le rimane che seguire i consigli del Suo medico di fiducia che, senza dubbio, Le consiglierà l'uso di farmaci antinfiammatori in grado di non interferire, potenziandola, con l'attività del farmaco anticoagulante che Lei assume. Non mi sembra il caso di fare pubblicità ad uno piuttosto che ad un altro di questi farmaci.
Le auguro di risolvere presto il Suo problema.
Cordilai saluti
Prof. Giovanni MARTINO