Utente 103XXX
Salve, ormai due settimane fa mi sono fratturato lo scafoide e ingessato il braccio e ne avro ancora (speriamo solo) per un mese prima di togliermi il gesso. Volevo chiedervi: a distanza di due settimane nei movimenti minimi del polso che il gesso consente di fare sento ancora un fastidio al polso (precisamente in base a quello che posso avvertire col gesso non nell articolazione tra avanbraccio e mano, ma nella zona tra radio e ulna dove in genere vi sono i bracciali) quando accenno nel gesso (che naturalmente è stretto e immobilizza l arto quindi impedisce il movimento) di muovere il polso verso l alto come quando acceleri col motorino.

Ripeto, è un lieve fastidio, che tral altro avverto quando estremizzo (ma si tratta pur sempre di minimi movimenti dentro il gesso) il movimento, ma volevo chiedervi: è normale che senta ancora questi dolori a due settimane dal trauma con frattura con distacco parcellare polo distale dello scafoide? Dopo quando non dovrei sentire piu dolori per essere sicuro che la guarigione stia andando bene?
Grazie :)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

la risposta è molto semplice: eviti rigorosamente tutti i movimenti (flesso-estensione, rotazione) del polso che, per quanto minimi, possono rallentare o addirittura compromettere la guarigione dell'osso.

Lo scafoide, infatti, richiede una particolare attenzione, soprattutto se la frattura è polare prossimale.

Faccia un intenso ciclo di magneto-terapia domiciliare, soprattutto durante le ore notturne.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore la ringrazio, crede abbia gia compromesso? Quella parola "intensi" è per rimediare ai mimissimi movimenti che ho fatto fin ora? Gli ultrasuoni anche andrebbero bene?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
No, gli ultrasuoni non servono.

La magneto è l'unica terapia (se fatta bene per un tempo sufficiente) che accelera la guarigione e quindi la formazione del callo osseo.
[#4] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
capito, grazie, ma crede abbia già compromesso con questi movimenti? devo dire che mi capita spesso di muovere con questi micro movimenti il polso, anche se non mi fa mai male, tranne quando porto il polso in flessione fin quando il gesso lo consente e in questo caso avverto un piccolo fastidio in direzione del dito medio non nell articolazione tra avanbraccio e mano, ma nella zona tra radio e ulna dove in genere vi sono i bracciali...
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non è detto che si siano creati problemi, ma non posso neanche escluderlo.

In ogni caso, tenga il polso completamente immobile.

Buona notte.
[#6] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
grazie dottore...volevo chiederle:

è normale che abbia più dolore nella zona dell'articolazione in direzione dell'indice (anzi, tra indice e medio) che nella cosidetta zona della tabaccheria anatomica? anche quando caddi il dolore e il gonfiore erano a destra della tabaccheria anatomica...infatti spesso un lievissimo fastidio lo avverto anche alzando l'indice che è libero, e dopo avverto un fastidio muscolare addirittura nell'avambraccio...
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Difficile dire se è normale o meno: potrebbe esserci una diversa irradiazione del dolore o anche una concomitanza di un trauma dei tessuti molli adiacente alla tabacchiera anatomica.
[#8] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille...e per entrambi i casi che vorrebbe significare? :)che conseguenze potrebbe avere?
[#9] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Le voglio aggiungere che nel referto dei raggi era anche scritto: rima di radiotrasparenza in corrispondenza dell epifisi distale possibile infrazione da correlare con il dato clinico...
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Potrebbe esserci quindi una concomitante infrazione dell'epifisi distale del radio, motivo in più per essere prudenti e tenere il polso ben fermo.
[#11] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille, quindi tali dolori possono essere dovuti più a questa infrazione che allo scafoide?? e se è così...può essere che l'infrazione mi crei più dolori del distacco parcellare a distanza ormai di due settimane?
[#12] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Può essere, soprattutto se continua a muovere in modo inopportuno il polso all'interno del gesso......
[#13] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Nono, questo ormai non piu da 3 giorni...mi chiedevo se questo possa essere positivo perche comunque significa che il dolore dello scafoide non lo avverto...comunque egregio dottore puo influire il fatto che al momento della caduta ho avvertito gonfiore nel polso in direzione dell indice anziche nella tabaccheria anatomica? Si eta formata tipo una pallina in quel punto...grazie
[#14] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non posso esprim,ermi a riguardo.

Ogni valutazione potrà essere fatta solo dopo aver rimosso il gesso, non prima.
[#15] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille dottore per la disponibilità, la aggiornerò su eventuali altri sintomi...nel frattempo le chiedo solo...dato che alzando l'indice fin sopra avverto questo fastidio...converrebbe non fare neanche questo movimento? peggiorerei anche in questo caso la situazione?

la informo anche su un altro fastidio...praticamente nella parte sinistra del polso sx, cioè quella opposta allo scafoide, naturalmente non sento dolore, ma quando ad esempio alzo il gesso, e poi lo ripoggio sul tavolo, appoggiando anche il polso all'interno del gesso sento come un clic e come se il polso dalla parte dell'ulna si sbloccasse....naturalmente non avverto dolori, solo questo lieve sbloccp, che penso di avere dal momento successivo al trauma....che pensa possa essere? forse dovuto alla cartilagine o ai tendini? niente di preoccupante?
[#16] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Tutti i movimenti che le provocano dolore o fastidio dovrebbero essere evitati.

Non posso rispondere alla seconda domanda: le ribadisco che le ulteriori valutazioni potranno essere fatte solo dopo la definitiva rimozione del gesso, non prima.
[#17] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Grazie, volevo solo che escludesse che quello scrocchio potesse essere dovuto ad un instabilita dello scafoide....

Comunque la voglio aggiornare: da oggi il fastidio alzando l indice è passato, ma ora lo tengo alzando il medio...
[#18] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Secondo me, lei sta vivendo questa sua "esperienza" in chiave eccessivamente ansiosa......

Si rilassi e attenda con fiducia l'evolversi della situazione, senza porsi così tante domande.
[#19] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
grazie dottore, la aggiornerò per ulteriori novità..speriamo in bene...
[#20] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
OK.
[#21] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore: mi era stata prevista la rimozone del gesso nella parte superiore del gomito a un mese dall ingessatura. Dal momento che sono in procinto di partire per l universita, ora chiedero se mi potessero fare dei raggi e dirmi se si potesse anticipare tale taglismento del gesso di una settimana. Lei pensa ci possa essere qualche problema a compiere tale riduziond del gesso in anticipo? :)
[#22] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si può fare, ma non è del tutto opportuno.
[#23] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
cioè dottore? potrebbe rallentare la guarigione??
[#24] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Potrebbe.
[#25] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
capito...fare dei rx di controllo prima della decisione è consigliabile? a che punto deve essere una frattura polodistale con distacco parcellare a 3 settimane dal trauma e dal trattamento incruento (penso si dica così)? è in fase di calcificazione?a che punto dovrebbe essere il callo? :)
[#26] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Vedo che però lei non ha affatto tenuto conto dei miei consigli: continua a farsi troppe domande.

Del resto, è lei che vuole anticipare i tempi rispetto alle prescrizioni dei sanitari.....

Non posso sapere in che condizioni sarà la sua frattura, in quanto non ho visionato le lastre e ignoro le dimensioni e la posizione esatta del frammento osseo...
[#27] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
le chiedo scusa, ma la mia questa volta non è una domanda tesa a curiosare, quanto ad esigenze che vengono più dalla mia famiglia che da me, ossia quella di partire con il gomito libero per essere più autonomo, e dato che gli ortopedici della mia zona hanno variato dai tempi di guarigione passando dai 15 giorni, ai 60, ai 35, ai 30, ai 45, ognuno con la sua opinione, posso chiederle il suo indirizzo email in modo da poterle inviare le lastre cortesemente ed esprimere un giudizio sul tipo di frattura, i tempi di guarigione e la condizione a cui dovrebbe essere dopo 20 giorni?? grazie mille :)
[#28] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
g.leccese@katamail.com