vitro  
 
Utente 210XXX
Buona sera.
Qualche giorno fa, visto il continuo peggioramento della qualità dello sparma, il mio compagno ha provveduto alla crioconservazione.
Tra qualche mese proveremo con l'inseminazione in vitro.
Quanto tempo intercorre tra lo "scongelamento" (mi scuso per il termine ma non ho idea di come si dica in modo più adeguato) e la possibilità di utilizzare il campione crioconservato? Visto che siamo riusciti a conservare solamente 2 pailettes (tra l'altro immagino siano poche rispetto alla media) vorrei sapere se è possibile utilizzarle solo nel caso in cui il seme fresco non sia adeguato.
Chiedo inoltre se è possibile ripetere la crioconservazione al fine di sommare le pailettes ottenute la volta scorse con quelle ottenute in un momento successivo.

Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

lo scongelamento in ambiente e laboratorio adeguato non richiede tempi significativi per poterlo utilizzare.

Ai suoi due ultimi quesiti poi le rispondo con un sintetico Sì.

Se desidera poi avere informazioni più dettagliate sull’utilizzo delle tecniche di riproduzione assistita, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/1026-inseminazione-intrauterina.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215-fecondazione-vitro-icsi-svolgono-avviene-laboratorio.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta. Le chiedo ancora se solitamente gli spermatozoi vengono selezionati prima della conservazione (mi auguro di si) e, come curiosità, qual'è il numero medio di pailettes conservate nei casi in cui non ci siano problemi di fertilità.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentle lettrice,

la selazione è fatta di solito allo scongelamento ed il numero di paillettes dipende generalmente dal volume dell'eiaculato e dal numero di spermatozoi "prodotti".

Ancora cordiali saluti..
[#4] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta.
A seguito di problemi con la connessione non ho potuto ringraziarla prima.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Nessun problema, anche se in ritardo, i ringraziamenti sono sempre ben accetti!