Utente 269XXX
Buongiorno . Ho 73 anni e da circa 10 controllo la pressione con olmetec 10. a seguito di rialzo pressorio in montagna (1100 m.) con conseguenti ricoveri al pronto soccorso mi è stato prescritto il Bivis 20/5mg che torneta ar Roma ho dimezzato su consiglio medico.L a pressione ora ha valori troppo bassi che mi creano disagi ulteriori(max 90.92, min 60-66). Che fare? l'ecg è perfetto, le analisi effettuate in ospedale non rivelano danni cardiaci, l'holter rientra, pur con qualche lieve sbalzo pressorio, nella normalità. Grazie per l'attenzione che presterete alle,mie domande.
[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
A naso tornerei al trattamento percedente che in passato controllava ottimamente ( a suo dire) la pressione.
Senta comunque prima il suo curante per avere eventuale conferma.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore, non le nascondo che era la risposta che speravo sentirmi dare e in qualche modo auspicavo. La ringrazio per la sua cortese sollecitudine
[#3] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,
lunedì 8 ottobre , dopo essere tornata allì trattamento con olmetec 10,ho effettuato una nuova visita cardiologica con relativo elettrocardiogramma. Il cardiologo mi ha invitato a seguitare con l'olmetec, a suo avviso ottimo e su mia sollecitazione nell'eventuale ipotesi di bruschi rialzi pressori, di prendere 4 o 5 gtt di "NIfedicor". Questa mattina , dopo aver assunto la compressa di olmetec, ho misurato la P.A. i cui valori erano superiori alla norma max 145 min 95.Pian piano, la pressione si è normalizzata: ora i valori (sono le 16) sono buoni 117/72. Desidererei sapere quando( nel referto si dice all'occorrenza) ricorrere al Nifedicor. A me mette un po' paura il rialzo della minima, dato che in montagna il valore aveva superato i 120. Grazie