Utente 272XXX
Buongiorno, da inizio anno 2012 ho cominciato a soffrire di verruche sul viso. Inizialmente me ne sono comparse poche (2-3) sul mento che ho rimosso definitivamente con 2 sedute di crioterapia. Qualche mese dopo ne noto altre due o tre un po' sparse nella zona mascellare che tento rimuovo da solo tramite un prodotto a base di acido salicilico (bruciaporri giovanardi). Quest'estate, infine, probabilmente in seguito ad un indebolimento del sistema immunitario dovuto all'assunzione di tre antibiotici (avrei potuto evitarne completamente l'assunzione, si è trattato di un errore dei medici) e, sempre probabilmente, con la complicità delle abrasioni che della rasatura, il numero di verruche è aumentato e adesso saranno alcune decine. Ho prenotato una DTC presso un ospedale pubblico, ma purtroppo i tempi sono lunghi quindi dovrò aspettare un mese e mezzo prima di poterla effettuare.
Nel frattempo volevo quindi avere qualche consiglio, considerato che l'ospedale a cui mi sono dovuto rivolgere è diverso rispetto a quello in cui avevo fatto la prima crioterapia e che la visita preliminare che mi hanno fatto è stata piuttosto frettolosa e non ho potuto spiegare quello che ho elencato a Lei:
- la DTC è indicata per il viso? Lascia più cicatrici rispetto alla crioterapia?
- esistono esami (del sangue o altro) che possano essere utili a stabilire la causa delle verruche in modo da poterne bloccare la proliferazione?
- è utile evitare di farsi la barba? (le mie verruche sono tutte nella zona ricoperta da barba)
- il viso è una zona che capita spesso di toccare o grattare, anche involontariamente, con le mani. è possibile che le verruche si trasmettano in questo modo alle mani, e poi, a sua volta, ad altre parti del corpo? se sì, esiste qualche crema o medicinale che possa attenuare la probabilità di trasmissione?
La ringrazio anticipatamente per la sua cortesia.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
salve,
le risponderò sinteticamente alle domande che ci pone?
1- dipende da chi la fa, perchè, in mani adeguate, sono metodiche entrambe valide
2. No, non esistono esami del sangue che indichino ciò che ci chiede
3. Sicuramente il trauma del rasoio ha due effetti, crrea dei microtraumi alla cute che pr3eedispongono alla colonizzazione da parte dei virus che trascina in loco, per cui evitarla sarebbe meglio o la terapia sarà meno efficace
4. Sì, le verruche si possono "trasportare" ad altre parti del corpo, nessuna esente, per cui evitare di "toccarsi" troppo, e non c'è la possibilità di prevenire la cosa e non in questa maniera

Saluti
[#2] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
caspita... se il rischio di "trasporto" è così alto come dice, probabilmente non mi conviene aspettare un mese e mezzo per farmele togliere...
mi consiglia di lasciar perdere l'ospedale e di andare direttamente da un dermatologo in privato? Per far prima, intendo.
Grazie ancora per la sua cortesia
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Bè, questo dipende da lei, nel senso che sono sue valutazioni. Per il resto, il rischio di trasporto, pur essendo probabile oltre che possibile, non è così emergente da richiedere immediata visita, anche se, certo, sarebbe meglio

Saluti